Obsoleto

ob-so-lé-to

Vecchio, superato, caduto in disuso

dal latino: ob contro solere esser solito. Quindi contro ciò che (adesso) è il solito.

E' una parola di grande espressività, di enorme forza. E' più che antiquato, più che sorpassato. E' un ingombro del passato, come un calcolatore a schede perforate o un polmone d'acciaio.

Parola pubblicata il 11 Luglio 2010

Commenti