Satollo

sa-tól-lo

Sazio

dal latino satullus, diminutivo di satur saturo.

Questa parola descrive con dolcezza e personalità lo stato del completamente sazio.

Dato che il suo significato non è astruso o difficile da capire, è bello cercare di cogliere la sua sfumatura peculiare rispetto ai suoi sinonimi: a differenza del saturo, il satollo non ha ombre; il suo essere diminutivo lo purga da ogni nota dolente, rendendo solo la parte migliore di un concetto ambivalente come è l'esser pieno. Esprime la piacevolezza dell'appagamento, e non una geometrica soddisfazione come invece fa il sazio. Non presta un quadro esagerato come il rimpinzato. E neppure è generico come il pago o il pieno.

Ciò che dipinge esattamente è una sazietà contenta, che inclina a buoni sentimenti e al riso. L'essere satolli è l'essere pienotti, con tutto ciò di bello e buono che naturalmente ne consegue.

Parola pubblicata il 25 Dicembre 2014

Commenti