Travisare

tra-vi-sà-re (io tra-vì-so)

Distorcere, alterare

composto di tra oltre, diverso e viso.

Se ci si copre o camuffa il viso, segno dell'identità, lo si fa per falsare la realtà - e gli scopi di solito non sono dei migliori. Rendendosi irriconoscibili è più facile ingannare, più facile compiere azioni losche. Da questo travisare nel senso di mascherare traiamo il più comune distorcere, l'intendere o fare intendere qualcosa di sbagliato, che resta comunque un apporre una maschera, un trasformare qualcosa facendolo parere diverso da quel che è.

Il fazioso traviserà quanto detto da altri durante una discussione per sostenere le proprie tesi; lo studente traviserà, senza cattiva volontà, quanto oscuramente intendesse il professore; si traviserà una semplice cortesia per un tentativo di ottenere favori.

Parola pubblicata il 10 Agosto 2012

Commenti