Le parole intraducibili

con Carlotta Lancia - dal 05 Aprile 2016 al 30 Agosto 2016

Alcune domande e curiosità sui fenomeni linguistici sono particolarmente frequenti - e questo ci ha persuaso a farvi una proposta insolita.

L'abbiamo ideata con l'aiuto di Carlotta Lancia, giovane laureata in Glottologia e Linguistica a "La Sapienza", a cui si devono i testi che leggerete. La veste esterna sarà quella di uno dei consueti cicli di parole, tramite cui vi proporremo ogni due settimane una parola straniera o di una lingua classica. Non saranno parole consuete, ma saranno tutte estremamente interessanti e simpatiche per i significati che hanno: molte di queste le trovate facilmente online in scarne compilazioni popolari di "parole intraducibili".

Perché? Be', innanzitutto sarà l'occasione per fare un po' di comparazione linguistica, tema che ci avete mostrato starvi a cuore: sapere di più sull'altro apre nuovi mondi; inoltre, ci aiuta a comprendere meglio la trasversalità di certi fenomeni linguistici che ci coinvolgono.
In secondo luogo, grazie alla professionalità di Carlotta, potremo vagliare la consistenza di queste parole: l'idea di "parola intraducibile" è eccezionalmente accattivante, ma per la scarsità delle fonti è facile che miti e bufale si autoalimentino.

E anche se difficilmente useremo queste parole (specie nel quotidiano), troverete che le riflessioni linguistiche associate sono invece una ricchezza, e ben spendibile.

Pubblicate in questo ciclo di parole (11)