Mannaggia

  • 14

man-nàg-gia

SignImprecazione che esprime disappunto, contrarietà

contrazione della locuzione mal n'aggia male ne abbia.

È un'interiezione comune, nell'Italia centro-meridionale, ed è veramente simpatica; infatti, pur trattandosi di una maledizione, è una maledizione blanda - che viene usata come imprecazione, buona per colorire, sfogare e dare sentimento ad un'espressione. Una vera cifra dell'italianità. Se sei arrivato in ritardo perché il treno non passava, se il fruttivendolo ti ha venduto delle pesche a peso d'oro, se ti sei scordato a casa il libro dell'amico, non potrai che dire: mannaggia. Mannaggia il treno, mannaggia il fruttivendolo, mannaggia a me.

Certo, si tratta di una parola che in registri elevati si troverebbe fuori posto; ma ha tutto il pregio di una popolare formula di disappunto, e un colore (se non cortese) gentile. Il che, per una maledizione, è straordinario.

Un concorrente del programma "Grande Fratello VIP" ne è stato escluso con grande polemica per aver rivolto questo termine alla Madonna - è questione caldissima. Tecnicamente ci sono tutte le ragioni di considerarla una blasfemia (pur se non a livello legale, dato che la nozione di 'bestemmia' tutela solo il nome di divinità in senso stretto, e non di umani venerati). "Mannaggia" è un'imprecazione, e rivolgerla a una figura sacra per esprimere disappunto è quantomeno profano. Va però ribadito, come dicevamo, che il termine 'mannaggia', nel tempo, si è molto ripulito, ed è un'espressione così morbida da poter essere usata serenamente anche nel lessico infantile. Uno sfogo come quello censurato nella trasmissione, allora, se non inappuntabile, sta facendo molto più fumo del dovuto. Si tratta di un'espressione irriverente ma popolare e negli intenti innocua. Sicuramente è stata un'esternazione inopportuna ma tanta indignazione potrebbe essere volta a fini più costruttivi.


Non perdere quest'occasione: iscriviti anche tu gratuitamente a 'Una parola al giorno'. Fatti accompagnare dai migliori del campo, scopri i segreti della tua lingua e migliora il tuo modo di parlare e di pensare!

Parola pubblicata il 10 Agosto 2013

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato