Secchione

  • 10

sec-chió-ne

SignStudente che si applica con diligenza e costanza; grosso secchio

adattamento della voce lombarda segión, accrescitivo di segia 'secchio'.

Parola celeberrima e usatissima, ma com'è che dall'immagine del secchio si passa a quella dello studente zelante? La via dell'etimo è tortuosa.

Nel dialetto lombardo c'è un verbo, sgamelà, che significa lavorare duro, sgobbare. Ora, questo verbo ha origini genovesi: il càmalo o camàllo infatti a Genova è il facchino, lo scaricatore di porto; insomma, uno che lavora sodo. Ma invece per l'orecchio popolare era naturale accostare sgamelà a gamella, cioè il recipiente per il cibo, la gavetta; e fu così che per signficare qualcuno che lavorava davvero da spaccarsi la schiena, figuratamente la gamella fu ingrandita in secchio - anzi, in secchione. Quasi che le dimensioni del recipiente fossero proporzionali all'intensità del lavoro.

Da questo qui pro quo trae origine il comune significato di secchione: uno studente diligente e costante che, magari anche se non è un genio, grazie al suo impegno riesce ad avere degli ottimi risultati.

Parola pubblicata il 31 Gennaio 2015

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato