Claudicante

clau-di-càn-te

Zoppicante

participio presente di claudicare, dal latino: claudicare, derivato di claudus zoppo.

È una parola alta, aggraziata, che esprime con garbo un concetto delicato. Se descrivendo una persona dico che ha il passo claudicante, invece di dire che zoppica, il mio tono è più distinto; se faccio notare che un tema o un'argomentazione è un po' claudicante, invece di dire che in diversi punti non sta in piedi, lo sto facendo notare in maniera gentile; se affermo che le mie conoscenze di fisica o di tedesco sono claudicanti, ammetto la mia ignoranza in maniera compassata e tutto sommato serena.

È una di quelle parole il cui uso è facile, e che possono davvero dare spessore e rotondità a un discorso.

Parola pubblicata il 07 Maggio 2014

Commenti