Idiosincrasia

i-dio-sin-cra-sì-a

Avversione, antipatia

dal greco: idios proprio synkrasis costituzione, carattere.

Il significato originario non ha in sé nessuna sfumatura di repulsione, di ostilità. Questa è soltanto una sfaccettatura che ha prevalso all'interno di un concetto più ampio: l'idiosincrasia è il proprio carattere, il proprio temperamento; se questo genera incompatibilità con altri non è che un effetto secondario - pur essendo, oggi, il significato primario.

Nonostante il passaggio da una denotazione neutrale e a tutto tondo ad una che considera solo l'aspetto conflittuale sia certo sgradevole, se ne possono trarre delle conclusioni apprezzabili.

L'idiosincrasia, l'avversione, non è qualcosa di esterno al sé. Nasce e finisce dentro di noi, dipende dalla nostra costituzione, dal nostro carattere molto più a monte e ancor prima che dai caratteri altrui. E il carattere non è un monolite adamantino, minerale, immutabile. È più simile ad una pianta da coltivare per il verso migliore.

Parola pubblicata il 30 Ottobre 2010

Commenti