Mallevadore

mal-le-va-dó-re

Garante; fideiussore

da mallevare, derivato dal latino manum levare alzare la mano nell'atto di giurare.

Una parola molto bella, anche se desueta: perfino in ambito giuridico - che pure è ricettacolo di arcaismi - è stata quasi completamente soppiantata da "fideiussore", nel significato di persona che garantisce l'adempimento di un'obbligazione presa da un'altra.

L'immagine etimologica di questa parola è straordinariamente aggraziata: il mallevadore è colui che alza la mano compiendo un giuramento, in particolare facendosi garante per qualcun altro. Senza calamitare subito questa figura nella sfera del diritto civile, il mallevadore può essere chiunque prometta, assicuri, dia per certo qualcosa. Pioverà? In paese un'anziana mallevadrice, ascoltando i suoi reumi, dice di sì - e non sbaglia mai; quello con cui hai iniziato a uscire è un tipo a posto? L'amico comune si fa mallevadore del suo buon cuore; e in biblioteca si può prendere in prestito un libro prezioso grazie alla garanzia prestata dal professore, che facendo da mallevadore ne assicura la restituzione al bibliotecario.

Di sinonimi per sostituire variamente questa parola ce ne sono a palate; ma quale può contare su una solennità così spontanea?

Parola pubblicata il 25 Agosto 2014

Commenti