Piaggeria

piag-ge-rì-a

Comportamento o atteggiamento di lusinga, di adulazione

derivato di piaggiare lusingare, adulare, derivato da un significato figurato di piaggiare navigare vicino alla spiaggia, ma anche destreggiarsi, assecondare.

La piaggeria non è una semplice lusinga: essa connota un comportamento o un atteggiamento con sfumature lievemente più complesse.

La piaggeria è una lusinga portata avanti in maniera esperta, calcolata - anche se non per questo meno viscida. Si barcamena assecondando la conformazione dell'ego, al modo di un piccolo cabotaggio; non si sbilancia mai, non tocca terra né affronta l'alto mare. Notiamo che è una parola raffinata, che si sente di rado, e non solo perché di rado l'adulazione è accorta, ma perché spesso è semplicemente sconosciuta.

Si potrà evidenziare la piaggeria di una tesi che punta a compiacere, muovendosi su lidi pacifici; potrà essere palese la piaggeria di una posizione politica che vuole lusingare sapientemente certi interessi; e si potrà bollare di piaggeria chi ha compiuto un'ascesa professionale coltivando agganci più che meriti.

Parola pubblicata il 23 Marzo 2014

Commenti