Porno

pòr-no

Pornografico, che rappresenta esplicitamente atti sessuali

dal greco: porne meretrice, dal verbo pernemi io vendo, di origine indoeuropea.

E' una parola di grande versatilità, pur nella netta definizione della sua inconfondibile sfera, e la dimostra nella proteiforme varietà dei fantasiosi composti che riesce a generare nella lingua viva.

Si tratta ad ogni modo di una rappresentazione atavica, legata a doppio filo al mestiere più antico del mondo, forse ulteriormente imbarbarita rispetto a ciò che potrebbe essere, in un ambito che è il paradigma della discrezionalità dell'etica e circa il quale nessuna pronuncia può essere legittimamente scolpita. Ciò di cui si può discutere non è che il relativissimo frutto dell'introspezione personale - sia che infine porti a voler censurare il porno, sia che infine porti a volerlo migliorare.

In arte si differenzia dall'erotismo perché questo non rappresenta esplicitamente l'atto sessuale.

Parola pubblicata il 28 Gennaio 2011

Commenti