Proferire

pro-fe-rì-re (io pro-fe-rì-sco)

Pronunciare; offrire, proporre

dal latino: proferre portare avanti, mostrare, composto da pro avanti e fero portare.

Questa parola, nel tempo, si è appiattita sul significato di pronunciare; inoltre il suo uso quasi si esaurisce in espressioni @>stereotipo come "proferir parola". L'origine latina però ci parla di significati molto più flessibili e versatili - che possono sopravvivere in usi tanto inconsueti quanto energici e aggraziati, tutti incardinati sul proferire come portare avanti, e quindi, per estensione, proporre, offrire.

Davanti ad un problema si può proferire una soluzione; l'amico che vuole parlare di un progetto prima di cena proferirà un aperitivo; e proferendo un bel sorriso si distenderà un'atmosfera tesa.

Notiamo che questo verbo si è sovrapposto con "offrire", tant'è che capita spesso di sentir dire "profferire", "profferta" e simili.

Usare questa parola fuori dagli schemi più comuni è davvero importante: il destino più triste che può avere una parola non è l'oblio, ma il restare sepolta viva in espressioni stereotipate sempre più sterili.

Parola pubblicata il 19 Gennaio 2014

Commenti