Scozzonatore

scoz-zó-na-to-re

Significato Domatore di cavalli

Etimologia composto parasintetico di cozzone mercante di cavalli, dal latino: coctio sensale.

Il cavallo è attualmente un animale alieno relegato in maneggi frequentati da appassionati o ricchi eccentrici - che alle volte scende nei centri storici per trainare calessi a cinquanta euro il passo o per correre veloce in tondo per farci fare su scommesse d'azzardo.

In altri tempi era invece fondamentale alla vita quotidiana dell'uomo, incommensurabile vantaggio rispetto ai popoli che non lo conoscevano: in questo contesto sociale lo scozzonatore (o scozzone), il domatore ed addestratore di cavalli, ricopriva un ruolo penetrante, importante e presente a tutti.

Andando per figure si può ampliarne il significato per un mondo che di cavalli ne vede pochi: il maestro d'arti marziali potrà scozzonare un gruppo di ragazzi aggressivi ed energici, dando loro i primi rudimenti della tecnica e affinando su una via costruttiva il loro modo d'impiegare un'energia altrimenti turbolenta; il brillante professore di filosofia del liceo potrà essere il primo scozzone del pensiero brado dell'adolescente; il novizio vulcanico in un gruppo di creativi potrà essere scozzonato per armonizzare i suoi apporti al lavoro di squadra.

Parola pubblicata il 19 Dicembre 2011