Simbionte

sim-bión-te

organismo che vive in simbiosi, cioè in un rapporto in cui più organismi viventi traggono vantaggio dalla vita in comune; per estensione fusione, intima comunione

dal greco: syn insieme bios vita.

La vita intera è una rete capillare in cui ciascun singolo organismo è collegato ad ogni altro, dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande.

Così il mitocondrio penetra nelle cellule diventando risorsa fondamentale per la loro ancestrale evoluzione; così il batterio prolifera nel nostro apparato digerente coadiuvando una miracolosa assunzione di nutrienti; così l'antico buon cacciatore si fa custode degli equilibri della foresta - più rapido e preciso della natura stessa; così nuove figure professionali appaiono nella società umana schiudendole orizzonti nuovi di tecnologia e benessere; così banchieri illuminati forniscono microcrediti nelle società più disastrate permettendo loro di rifiorire.

Ciascuno di questi simbionti fa del bene e ottiene del bene. E mi pare quasi che sia il ruolo a cui si debba aspirare nella vita, un ruolo di consapevolezza partecipe dei grandi movimenti della natura, della società, dei sentimenti - radicalmente opposto alla figura del parassita, vile, cieco e distruttore.

Parola pubblicata il 19 Marzo 2011

Commenti