Bistrattare

bi-strat-tà-re (io bi-stràt-to)

Maltrattare, criticare duramente, sciupare

composto dal prefisso bis con generico senso peggiorativo, e da trattare.

Questa parola riesce a dare una sfumatura garbata, se non giocosa, a un significato intenso: infatti il prefisso "bis-" è un peggiorativo piuttosto blando (già, non significa solo "due volte": pensiamo all'aggettivo "bislungo").

Bistrattare significa maltrattare, e questo significato si declina figuratamente in particolare nelle immagini della critica ingiustificatamente dura e del rovinare. Infatti ci si può sentire bistrattati dal commesso nervoso, così come si può bistrattare una tesi affondandola senza appello, e si può bistrattare l'automobile facendole un'ammaccatura a ogni parcheggio. Certo quella del bistrattare non è un'azione piacevole: ma è abissalmente diversa dal maltrattare. È un'azione dettata dall'umore, dalla scarsa attenzione, da una superficialità brusca: non trasmette animosità. Nel bistrattare non c'è "mal".

Parola pubblicata il 18 Agosto 2014

Commenti