Fricchettone

fric-chet-tó-ne

Ragazzo anticonformista

dall'inglese: freak capriccio (ma anche mostro).

Parola scherzosa nata coi movimenti giovanili degli anni '70, indica l'anticonformista, il ribelle che rifiuta le regole sociali tradizionali imposte e le ideologie convenzionali.

Se la nobiltà delle ribellioni che tanto hanno fatto trasgredire e maturare i valori civili è palese, spesso l'apparenza fisica dei ribelli non era altrettanto nobile; e se questo di per sé è irrilevante, ad oggi, abbandonati quasi tutti i moti di rivoluzione più saggi, rimane la larva, il guscio del fricchettone - che quindi cambia anche di senso e di valore, incarnando spesso una ribellione fine a sé stessa, una ribellione comoda, sbandata e non particolarmente fertile.

La denotazione del fricchettone, così, si è fatta simpatica e superficiale: non indica quasi più una tendenza ideologica o una tensione morale. Indica un modo di vestire fra il trasandato e lo stravagante, una certa inclinazione alla droga, una rilassata inerzia progettuale.

Parola pubblicata il 04 Marzo 2012

Commenti