Ostico

ò-sti-co

Sgradevole, difficile

dal latino hòsticus 'ostile', derivato di hostis 'nemico'.

Il significato di questa parola è... tutt'altro che ostico. E questo termine merita una speciale attenzione.

In origine, e ancora nel registro letterario, si dice ostico ciò che è sgradevole, specie al gusto. Potrebbe essere ostico un cocktail improvvisato, o un piatto disgustoso. In senso figurato, e più comunemente, questa parola è usata come sinonimo di 'difficile'; un sinonimo alto e ricercato, che sapidamente descrive il difficile attraverso l'ostile. Quasi che ci fosse del personale. Può allora essere ostica una sonata particolarmente complessa, ostica la lettura di un mattone russo (ma magari bellissimo), e si può trovare ostico fare amicizia in un ambiente competitivo.

parola da tenere a mente, perché più di altre rappresenta una risorsa pronta per conferire un'aura aulica e fine a un discorso.

Parola pubblicata il 15 Febbraio 2016

Commenti