Periglioso

pe-ri-glió-so

Pericoloso

da periglio, che viene dal provenzale perilh (péril in francese), derivato del latino perìculum.

Non si deve pensare che le parole classificate come 'letterarie' o 'poetiche' siano anche oggi caratteristiche della letteratura o della poesia: quando si parla di registro letterario di una parola, cioè del fatto che appartenga a una varietà letteraria, molto elevata e ricercata, tendenzialmente si parla di parole letterarie (o poetiche) vecchie. Questo però non significa che siano astruse e polverose: esse vivono con una vivacità brillante. Certo nella letteratura passata (rispetto a cui non sono vecchie), ma anche e soprattutto in tutti quegli usi della lingua, letterari e no, che sanno giocare con i registri impiegando quelli più alti per rendere un discorso sostenuto o ironico. Il caso del periglioso è uno dei più piacevoli.

È il fratello di 'pericoloso' che viene dalla Francia (per l'esattezza dalla bella Provenza, 'pericoloso' invece è un recupero dotto che viene diretto dal latino) e sono entrati in italiano nello stesso periodo, nella seconda metà del Duecento. Ma adesso 'pericoloso' è un termine fondamentale che usiamo continuamente, 'periglioso' no. Lo usiamo con molto più criterio.

A differenza del generalissimo pericoloso, pare che il periglioso sia più riferito a cose e situazioni che a persone e animali: si dice più volentieri periglioso un viaggio piuttosto che un uomo, un pensiero piuttosto che un leone. Ma soprattutto il periglioso riesce a dichiarare il pericolo come più ponderato, essendo esso stesso un termine più ricercato: se dico che quella strada è pericolosa posso balbettarlo avendo solo un'idea molto superficiale del fatto che qualcuno ci si fa male, se dico che è una strada perigliosa riesco subito a comunicare che ho un'idea abbastanza precisa del ventaglio dei pericoli che vi incombono, e delle loro cause — sarei in grado di narrarli. Chiamare pericoloso un mare esprime un rischio secco, squadernato; chiamarlo periglioso adombra le insidie che solo un navigatore esperto può evitare, e ancora una volta le storie che a riguardo si potrebbero raccontare. E similmente se parlassimo dei pericoli d'amore che corre l'amica innamorata sembreremmo seri in maniera sciocca e manierata, se invece parliamo dei perigli d'amore alludiamo in maniera empatica e leggera a normali asperità; così un investimento pericoloso fa agghiacciare e basta, invece uno periglioso mostra delle difficoltà, dei rischi, ma c'è un racconto che può avere un lieto fine.

Il periculum latino aveva il primo significato di prova, tentativo; forse è un significato meglio conservato nel periglio.

(E forse per certi orecchi è difficile non sentirvi l'eco provenzale, il poetare anzi il trobar di valore, di virtù, di prove d'amore e tenzoni.)

Parola pubblicata il 05 Giugno 2019

Commenti