Terapia

te-ra-pì-a

Trattamento di una malattia

dal greco: therapeia cura, guarigione.

Un termine di alta rilevanza tecnica, quale il sistematico combattimento di uno stato patologico, diventa vasto e comune, passando, nei suoi composti, più genericamente ad indicare qualunque azione o trattamento ausiliario della cura della persona, o, in questo senso, perfino qualsiasi piacevolezza.

Si parlerà allora di ippoterapia, di cromoterapia, di musicoterapia e chi più ne ha più ne metta. Lungi dal contestare il bene incommensurabile che certe pratiche, seppur eterodosse, hanno sulla persona, osserviamo una terapia che non cura ma ha cura, che non guarisce ma aiuta - tanto lontana dagli standard medici e scientifici dell'umana guarigione quanto vicina ad un'estetica istintiva ed emozionale che molce le durezze della vita.

Nota a margine: terapia viene dal greco; è bene creare parole composte attingendo dalla stessa lingua, non appiccicando parole casuali a -terapia.

Parola pubblicata il 26 Novembre 2012

Commenti