Abbiocco

  • 18

ab-biòc-co

SignSonnolenza, stanchezza, specie dopo un pasto

derivato a suffisso zero di abbioccare, da biocca chioccia.

La chioccia cova le uova stando tutta accovacciata; ed è da questa immagine che traiamo il concetto di abbiocco.

Questo consiste in un irresistibile stato di sonnolenza - una sonnolenza che non chiede di mettersi a letto e dormire, ma semplicemente di abbandonarsi, collassando su sé stessi, e generando così una figura simile a quella della chioccia rannicchiata, con la testa ondeggiante sul petto. È un tipo di sonnolenza calda, invitante, acerrima nemica dell'azione - anche perché l'abbiocco non ti prende quando hai davanti lunghe ore in cui ti puoi concedere una bella pennichella ristoratrice, ma quando avresti ben altro da fare.

E forse è questa la magia dell'abbiocco: un richiamo all'ordine naturale, con cui, nonostante le taniche di caffè, è impossibile non misurarsi. Ad esempio, dopo il pranzo di Pasqua saremo assaliti da un abbiocco che sfiderà la necessità di rigovernare - ma tanto i piatti sporchi non scappano; sul lavoro, dopo la pausa di mezzogiorno, il generoso panino che ci siamo preparati attira un abbiocco impietoso, che imposta un pomeriggio a rilento; e alle sei del pomeriggio, quando si rientra in casa e la luce si fa dorata, una brevissima sosta sul divano dà forza a un ineluttabile abbiocco.

Parola pubblicata il 18 Aprile 2014

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato