Accidia

ac-cì-dia

Inerzia, pigrizia; in particolare, nel lessico religioso, negligenza nel far del bene

dal greco: akedia, composto da a privativo e kedos cura.

L'accidia non è una pigrizia generica: è il disinteresse indifferente verso l'azione, in particolare verso un'azione migliorativa, benefica, l'esilio dell'iniziativa e, quindi, della crescita. L'etimo ci mette in luce questo fenomeno come una mancanza di cura - perciò un vuoto di moto .

Così sono accidiosi gli adolescenti totalmente privi di interessi, gli idioti scemi di qualunque accortezza o brio per ciò che di importante succede oltre il loro giardino, chi ha in cuore un progetto luminoso, ma, be', ci penseranno altri.

Parola pubblicata il 20 Giugno 2012

Commenti