Erotismo

e-ro-tì-smo

Insieme delle manifestazioni dell'istinto sessuale

derivato di erotico, dal greco: erotikos, da eros amore.

È una parola comune, molto usata, ma i confini del concetto che significa sono nebulosi come pochi altri.

Azzardando una definizione più completa di quelle frammentarie a carattere dizionaristico, potremmo dire che l'erotismo è una forma di sessualità elaborata attraverso una lente culturale, che comprende l'ampia sfera di manifestazioni affettive e comportamentali inerenti alla vita sessuale, e che prescinde dalla componente funzionale della riproduzione. Si tratta di un concetto indocile e ampiamente sfumato, così come è l'umana esperienza del campo amoroso.

Concentrando la nostra riflessione in ambito linguistico, vediamo che nei mass media questa parola è invece impiegata in maniera stereotipata, ricollegandosi ad immaginari standard che vengono ritenuti ammissibili; il concetto che comunica è ora addomesticato, fino ad ammetterlo nell'universo infantile, ora svuotato, fino a ridurlo ad un discorso anatomico. Ma questa parola dovrebbe segnare una galassia di pulsioni ed energie profonde comprese da un occhio consapevole, non una chiacchiera rarefatta e tradotta secondo convenienza: questo è un caso da manuale di come recuperare una parola alla propria autenticità serva al recupero all'autenticità di una componente della persona umana.

Parola pubblicata il 07 Ottobre 2013

Commenti