Radioso

ra-dió-so

Splendente, raggiante

dal latino: radiosus, da radius raggio.

È una parola tanto aggraziata. Il concetto che esprime è denotato da molti sinonimi: splendente, brillante, raggiante; ma il radioso ha dei connotati meno abbacinanti, meno rumorosi. Se pensiamo ad un futuro radioso, questo avrà delle sfumature di calda serenità e di luce discreta che staccano molto rispetto ad un futuro brillante o un futuro splendente, che invece trasmettono delle sensazioni di ardore dirompente, e quasi faticoso. Se pensiamo ad un'espressione radiosa dipinta su un viso questa sarà distesa, viva di una felicità tranquilla - e avrà poco a che vedere con l'euforia più emozionata propria del viso gioioso; e questa calma del radioso suggerisce connotati ulteriori di bellezza composta e profonda. Sebbene il "raggiante" sembri un sinonimo perfetto, appare più prosaico: è un participio presente, denota un'azione, mentre il suffisso "-oso" di "radioso" denota la ricchezza di una qualità - e foggia una parola meno forzuta.

In sintesi, si potrebbe dire che il radioso emana una luce che non giunge agli occhi, ma alla pelle - e trasmette quella sensazione epidermica che si sente sotto al primo sole di primavera, ad occhi chiusi.

Parola pubblicata il 08 Agosto 2013

Commenti