Positivo

Pubblicata il 02 Aprile 2011 - URL breve

po-si-tì-vo

SignChe c'è, che esiste, che è sicuro; pragmatico, che si fonda su ciò che è certo e concreto; affermativo, buono

dal latino: positivus che viene posto, da positus posto, participio passato di ponere porre, fabbricare.

E' una parola comune ma molto difficile.

Il positivo è innanzitutto ciò che è fondato, reale, oggettivo. Da qui, ad esempio, la connotazione del movimento filosofico del Positivismo, tutto vòlto a scienza, progresso e pragmatismo. E da qui anche la nozione di "diritto positivo" come diritto vigente in un dato ambito. Per fortuna il limite del significato si spinge ben oltre.

Che cos'è un atteggiamento positivo? Siamo abituati a pensare che sia un modo di porsi ottimistico, speranzoso, gli-occhi-tuoi-belli-brillano, entusiastico, un atteggiamento che visti i vantaggi di umore e spirito è da mantenere quasi con sforzo, con grande intenzione. In realtà, molto più semplicemente, è l'atteggiamento del mantenersi coi piedi per terra fondando saldamente la propria posizione, la propria identità - atteggiamento che solo come effetto collaterale ha l'entusiasmo e l'ottimismo del successo.

La positività, in tempi in cui ogni protesta e critica è negazione, diventa un dovere morale di edificazione etica.

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Iscriviti a UPAGIscriviti a UPAG

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Iscriviti adesso!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato