Castone

  • 13

ca-stó-ne

SignParte del gioiello in cui è fissata la pietra preziosa

dal francese: caston, a sua volta dal germanico: kasto scatola.

Il lavoro dell'orafo pare sommamente inutile e proprio perciò sublime - inutile, anche se forse mi viene da pensare che sia con questo mestiere che l'uomo ha acquisito la chirurgia adatta alla creazione e alla modifica di meccaniche raffinate.

Simbolo supremo di quest'arte di metallo e pietra è il castone: la gemma preziosa, cavata dal grembo della terra nel caso, nei colpi ciechi della fatica più infernale - smeraldo nelle miniere a cielo aperto del Goias colombiano, rubino fra le ghiaie del fiume Irrawaddy birmano -, viaggia fino alle mani esperte di chi la studierà per poi tagliarla e raffinarla, pronta, a quel punto, ad essere incastonata nella stretta del metallo.

L'abbraccio del castone è ineluttabile - troppo alto il valore che stringe - e tiene unito nella maniera più salda che si possa connotare: il castone potrà quindi essere per estensione un amore, una famiglia, una circostanza di sentimento nella quale la persona riesce ad esprimersi in ogni sua sfaccettatura; potrà essere un sistema di valori che tiene insieme ed esalta un individuo - così come l'individuo che tiene insieme ed esalta un sistema di valori; potrà essere la società che racchiude il grande artista, nelle cui profondità egli scende per sondarne le oscurità - realtà da cui non fugge, ma con cui è un tutt'uno, ispiratrice di opere altissime.

Parola pubblicata il 30 Novembre 2011

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato