Disincantato

  • 9

di-sin-can-tà-to

SignLiberato da una magia; privo di illusioni; privo di entusiasmo

composto da dis negativo e incantare, a sua volta formato da in- intensivo e cantare recitare formule magiche - da canere cantare.

Questa parola rappresenta meravigliosamente l'ambiguità con cui è visto l'incanto: da un lato è un velo ingannatore, di illusione, dall'altro genera spirito, entusiasmo. Così il disincantato - in senso proprio, colui o ciò che è liberato da una magia - è tanto chi o ciò che ha rotto i vincoli di una malía di falsità, tanto chi ha infranto un buon incantamento di stupore ed euforia.

Si può quindi parlare dello sguardo disincantato con cui si deve guardare una sceneggiatura per carpirne il segreto strutturale; il ragazzo disincantato non si meraviglia davanti a un racconto di Borges o di Buzzati; e un amministratore disincantato finisce per trascurare la tensione politica.

Una parola che rivela molto del pensiero di chi la usa: uno scorcio sulle sue credenze, su ciò che considera bello e su ciò che considera sciocco.

Parola pubblicata il 05 Agosto 2014

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato