Arcaico

ar-cài-co

Antico, primitivo

dal greco arkhaikós, derivto di arkhaîos 'antico'.

Una parola che ci parla di un passato remoto, e che però remota non è: si trova attestata in italiano solo dopo l'Unità d'Italia. Sarebbe semplicemente l'ennesimo caso di una parola recuperata per via dotta dal latino (questa magari direttamente dal greco) in tempi recenti, ma c'è una curiosità ulteriore. Se l'arcaico viene registrato nel 1865, il termine 'arcaismo', che descrive la forma linguistica antiquata e la sua imitazione, girava già da due secoli. È un fatto gustosissimo: la parola antica che viene richiamata dalle nebbie del tempo per significare l'espressione in voga in tempi andati.

Ora, sarebbe un'approssimazione un po' sbavata dire che l'arcaico è il primitivo. L'arcaico si riferisce soprattutto a una fase antica, è primitivo nel progresso di un processo - non secondo una datazione astratta. Se dico che una certa punta di freccia è antica, la colloco in un passato lontano su una linea temporale assoluta, e va bene. Invece, se dico che è arcaica, evoco la sua posizione arretrata nella linea di sviluppo tecnologico che va dal sasso scheggiato stretto sulla punta di un bacchetto alla cuspide a testa larga in acciaio e alluminio. Se dico che una parola è antiquata, intendo che non si usa più e che sa di soffitta. Se dico che è arcaica, la colloco in una prima fase della continuità di una lingua. Se dico che hai posizioni retrive su un certo tema, intendo che fai valere un modello del passato. Se dico che hai posizioni arcaiche, esprimo in modo tagliente che il tuo sviluppo è rimasto tronco, che noi siamo qui nel terzo millennio e tu non ti fidi ancora della ruota, figuriamoci che puoi capire.

L'arcaico ci racconta sì il primitivo, ma nello snodo di una storia. Posso inventarmi adesso, ex novo, una soluzione primitiva ma efficace a un problema; la soluzione antica brancola nel passato senza direzione, senza riferimento. Invece una soluzione arcaica era quella che veniva data nella prima epoca di confronto con quel problema. parola precisa, eh? Sa avere un significato davvero fine, che si fa notare per iscritto e che nelle frasi pronunciate troneggia.

Parola pubblicata il 07 Marzo 2019

Commenti