Baldanza

bal-dàn-za

Grande sicurezza, spavalderia

dal provenzale antico baut fiero, ardente, dal francone bald ardito, fiero, vivace.

Anche se questa parola può avere dei connotati di eccesso, resta fondamentalmente positiva.

La baldanza è una grande sicurezza di sé, ed è una sicurezza manifesta, che parole e atteggiamenti rendono evidente. Si traduce Anche in una grade fiducia nella sorte: il baldanzoso sa che tutto, dentro e fuori di lui, si muove a suo favore. Etimologicamente, si arriva a questo concetto attraverso immagini di ardore e fierezza: sempre qualcosa che si legge negli occhi del baldanzoso, in quel che fa e in quel che dice. Poi magari si tratta di una sicumera ingiustificata e un po' arrogante, ma è esuberante, brillante - e non così nettamente esagerata come la spavalderia.

Si può osservare la baldanza del vincitore del concorso, ci si presenta alla bella con baldanza, e si propone con baldanza la nuova idea che vogliamo promuovere. Il baldanzoso è un ottimista gagliardo e sicuro: e seriamente, chi vuole vederci qualcosa di male? Dopotutto, dalla stessa radice deriva la rumorosa allegria della baldoria.

Parola pubblicata il 06 Ottobre 2015

Commenti