Deterrente

de-ter-rèn-te

Significato Che dissuade dal fare qualcosa incutendo timore

Etimologia dall'inglese deterrent, dal latino deterrens, participio presente di deterrere allontanare spaventando, composto da de che implica allontanamento e terrere terrorizzare.

È molto curioso che una parola tanto indispensabile abbia visto la luce, nella nostra lingua, in tempi recentissimi - cioè durante la Guerra Fredda. Ma è naturale: in quel conflitto, il fulcro dell'affermazione di potere dei due schieramenti furono le risorse belliche non usate, ma che, in maniera più o meno tacita, potevano minacciare di usare. Così il verbo latino deterrere, cioè allontanare incutendo timore, trovò una nuova, bruttissima primavera.

Oggi usiamo questo termine descrivendo tutto ciò che dissuade spaventando dal compiere qualcosa di indesiderato. Quella del deterrente è una minaccia che non ha bisogno di esplicitazioni: il solo fatto di avere un certo potere, la sola disponibilità di certi mezzi, fa sì che altri si astengano da comportamenti ostili. Ad esempio, una pena elevata funge da deterrente per gli aspiranti criminali; essere a conoscenza di un segreto scabroso può essere un efficace deterrente contro le slealtà di qualcuno; e ovviamente, un fossato profondo pieno di coccodrilli è un ottimo deterrente contro le aggressioni.

Una parola aggraziata, che ci dipinge una declinazione silenziosa ed efficace della minaccia.

Parola pubblicata il 04 Settembre 2015