Dettaglio

det-tà-glio

Significato Elemento minimo, particolare

Etimologia dal francese détail, derivato di détailler 'tagliare a piccoli pezzi' e poi 'vendere un po' alla volta', derivato di tailler 'tagliare.

Un'espressione come 'vendita al dettaglio' può parere una mera applicazione del concetto di dettaglio alla sfera commerciale, così come avviene nella 'vendita al minuto', distinguendola dalla vendita all'ingrosso. Ma c'è già un errore, un piccolo scarto: è dalla vendita al dettaglio che dobbiamo partire per comprendere il concetto generale di dettaglio, e la sua nascita.

Il francese détailler è naturalmente un derivato di tailler, cioè 'tagliare', che dal Millecento è attestato col significato di tagliare a piccoli pezzi prima, e di vendere un po' alla volta poi. Non è difficile immaginare — perché fa ancora parte della nostra quotidianità — il commerciante che vende la merce letteralmente tagliandola, con coltelli, palette, forbici, seghe, ed è meraviglioso significare la sua attività intera con questo... dettaglio.

Il dettaglio, la voce di prima e maggior fortuna che dalla famiglia del détailler è giunta in italiano sul finire del Seicento, racconta proprio questo: un elemento minimo, particolare, ricavato da uno sporzionamento della realtà complessiva. Va detto che, in quanto francesismo, è stato un termine sia deplorato sia usato con entusiasmo da molti, in Italia: infine, la sua ascesa è stata irresistibile.

Esso vive un'ambivalenza profonda che conosciamo molto bene: da un lato il dettaglio non predica una visione d'insieme, e il perdersi nei dettagli può significare mancare un senso unitario. D'altro canto il dettaglio custodisce il carattere specifico, forse unico, ed è spesso per contrario una visione d'insieme a non riuscire a predicare profondità, verità.

Insomma, l'etimologia di termini alti come discernimento e critica ci insegna che queste facoltà intellettive si compiono separando le realtà, distinguendole; noi, nella lingua più comune, affidiamo i significati che reggono gli elementi minimi del dettaglio e del dettagliare al gesto della casara che col filo di ferro divide, industriosa, il formaggio stagionato.

Parola pubblicata il 06 Luglio 2020