Indossare

in-dos-sà-re (io in-dòs-so)

Significato Avere o mettersi addosso

Etimologia da indosso, derivato di dosso, variante di dorso, con prefisso in- nel senso di 'su'.

Come sappiamo, notare ciò che si nasconde in anfratti arcani è quasi banale; invece notare ciò che sta in piena evidenza è praticamente impossibile. Ma anche se per noi è scontato, non è bizzarro indossare un cappello, un paio di occhiali o di scarpe? In piena evidenza, nell’indossare, c’è il dosso, variante popolare di dorso.

Per l’esattezza, ‘indossare’ è un verbo che emerge nello scritto nel Cinquecento, e deriva da ‘indosso’ (quello di ‘portare indosso’), il quale invece è di tre secoli più giovane — e ad essere precisi, prima di significare ‘sulla persona’, aveva i significati del termine ‘addosso’ che usiamo quando diciamo che il tizio sul monopattino elettrico ci è venuto addosso, mannaggia a lui.

Ciò che questo indosso, e quindi questo indossare ci stanno portando, distillato dalla lingua durante i secoli impenetrabili del medioevo, è un’immagine immediata, anzi un gesto immediato, quasi infantile, quanto possono essere quelli determinati dall’anatomia del nostro corpo. Il modo primo di ‘portare sulla persona’ è sul dorso. Indorsare.

Se ci avvolgiamo in un mantello, se ci buttiamo addosso (!) una camicia o una vestaglia, così come se dobbiamo trasportare un certo peso per un certo tratto, coperture e ingombri restano sempre alle spalle, sul dorso, indietro. Al volo non ci si butta qualcosa sulla pancia, e parte dal dorso il gesto primigenio di coprirsi. Peraltro questo è uno dei casi in cui l’etimologia stessa dell’antecedente latino dorsum è considerata particolarmente limpida e confortante: composto di de- e versus, cioè qualcosa come ‘voltato via, indietro’.

Da questo modo istintivo di portare che condividiamo prende quindi forma l’indossare, che si spalanca splendidamente su tutto quello che mettiamo sui nostri corpi, che sia finemente attillato sulla nostra forma o che che sia una stuoia, che sia sul dorso o no — indossiamo uno zaino, ma anche orecchini, indossiamo una bandiera, ma anche un bavaglio, indossiamo le ali del costume, ma anche un’imbracatura, così come si indossano sorrisi e profumi.

Un’altra parola troppo comune per essere tenuta in considerazione, e che invece, se ascoltata, ha da raccontarci qualcosa sui nostri corpi, sui nostri movimenti e su di noi.

Parola pubblicata il 09 Giugno 2021