Sabba

sàb-ba

Significato Adunanza notturna demoniaca a cui partecipano Satana, streghe e maghi

Etimologia da sabato, giorno dell'adunanza - che avrebbe cadenza settimanale.

Secondo le amabili tradizioni medievali, di sabato il Demonio si riuniva con i suoi fedeli, compiendo riti magici osceni e sacrileghi: banchetti a base di bambini, orge sanguinarie, e nel mentre, parodie di liturgie cristiane; insomma, uno spasso al cui confronto i sabato sera in discoteca paiono grottesche caricature (o no?). Però non c'era solo divertimento, infatti si organizzava la settimana successiva - il diavolo forniva pozioni e preparati di cui le streghe e i maghi si sarebbero serviti - e soprattutto si iniziavano i nuovi adepti, che dopo l'atto solenne di apostasia suggellavano il patto col loro nuovo signore baciando appassionatamente il suo demoniaco buco del culo (bacio più forbitamente detto "osculum infame").

Strano pensare che veramente persone siano state torturate e atrocemente uccise per aver partecipato a un sabba, nevvero?

Parola pubblicata il 01 Novembre 2011