Salace

sa-là-ce

Licenzioso, eccitante; pungente, sferzante

dal latino: salax, da salire saltare, ma anche accoppiarsi.

La storia di questa parola ci presenta un fenomeno molto curioso. Originariamente il salace è ciò che eccita la libidine, cioè il piccante, il licenzioso - dall'immagine cristallina di un "saltare" che è saltare addosso. Ma la somiglianza con "sale" ha aggiunto a questa parola il significato di salato, e quindi mordace, sferzante, e anche intelligente: si tratta di un accostamento che non ha una giustificazione etimologica, suggerito solo dalla forma simile di queste due parole.

Quindi una battuta salace può essere sia una battuta scurrile, a tema sessuale, sia una battuta acuta e tagliente; una risposta salace potrà essere quella del latin lover che fa allusioni piccanti o quella graffiante della persona spiritosa; e una storiella salace potrà essere lubrica e divertire la compagnia o sottile e pungere sul vivo.

In questa sola parola vivono due anime molto diverse fra loro, accomunate però da un impalpabile carattere: il salace sveglia - il basso ventre o l'intelletto - così come riesce a fare un sapore forte percepito all'improvviso sulla lingua, sia salato come l'intelligenza o piccante come il sesso.

Parola pubblicata il 25 Agosto 2013

Commenti