Logo Una parola al giorno

Sfoglia per data - pagina 2

Spranghetta

spran-ghét-ta

SignDiminutivo di spranga; punto di filo di ferro usato per riparare terraglie rotte; mal di testa e intontimento causato dall'aver bevuto troppo

diminutivo di spranga, che è dal longobardo spanga, con inserzione di una 'r' forse per influsso di 'sbarra'.

C'è una certa varietà di parole ed espressioni che si possono usare per significare quello stato di disorientamento, malessere generale e testa dolente che viviamo la mattina dopo una nottata di bevute spinte. Le più ricorrenti paiono essere 'dopo sbronza' e 'dopo sbornia', espressioni pratiche, dirette ed evocative, spesso raffinate sostituendo il 'dopo' con un 'post' latineggiante, ma non si deve scordare la soluzione dei 'postumi della sbronza', a ben vedere un'espressione davvero...

» Continua a leggere...

Paraclito

pa-ra-clì-to

SignConsolatore, difensore, in particolare usato in ambito ecclesiastico quale attributo dello Spirito Santo

voce dotta recuperata dal latino ecclesiastico paraclétus o paraclítus, dal greco parácletos 'consolatore', ma più propriamente 'invocato', derivato di paracléo 'chiamo in aiuto' (composto da pará 'presso' e caléo 'chiamo').

Questa parola fa parte della famiglia dei termini difficili che, incontrati, accendono la curiosità; ma si tratta di un termine che è vissuto in una maniera così speciale da poter essere considerato un termine tecnico — nell'ambito della religione cristiana. Con una certa variabilità viene registrato più volentieri ora come 'paraclito' ora come 'paracleto' (molto buffo come i dizionari segnino ora l'una ora l'altra come desueta): si tratta di varianti determinate dall'opzione per la...

» Continua a leggere...

Bungalow

bùngalov – bàngalov

SignCasa a un piano, con grande gronda sporgente che ricopre le ampie verande che la circondano; per estensione, casetta costituita dal solo pianoterra, con una o più stanze con servizi, tipica dei centri vacanza

voce inglese, dall’hindi banglā, ‘bengalese’.

Paese che vai, abitazione che trovi. E questo tipo di casa ci porta direttamente in India, denominato così dagli inglesi sulla base dell’indostano banglā, letteralmente bengalese. Di norma era in questo tipo di costruzione che alloggiavano gli europei durante le conquiste coloniali, ed era tipicamente una casa sviluppata su un solo piano, dalle dimensioni non troppo estese, circondata da ampie verande ricoperte da una grondaia sporgente. Effettivamente non suona strano che un modello del...

» Continua a leggere...

Penombra

pe-nóm-bra

SignCondizione intemedia fra luce e ombra; in ottica e astronomia, regione di passaggio graduale fra ombra e luce

arrtaverso il francese pénombre, dal latino scientifico pénumbra, composto di paene 'quasi' e umbra 'ombra'.

La penombra ci fa venire in mente la frescura tranquilla di un sottobosco, la stanza schiarita solo dalla luce che filtra fra le stecche delle persiane chiuse, il parco al tramonto in cui gli alberi e i cespugli s'intravedono ancora. È una parola che si usa tanto e volentieri per le sue capacità evocative: la penombra è ambigua e non ci lascia mai indifferenti, sa essere accogliente e protettiva, così come rischiosa e disorientante. Come un crepuscolo, si ritaglia un interregno in cui molto...

» Continua a leggere...

Constare

con-stà-re (io còn-sto)

SignEssere costituito, composto; risultare

voce dotta recuperata dal latino constare, derivato di stare con prefisso con-.

Che parola elegante, e come è evidente la sua composizione di 'con-' e 'stare'! Mica come nel 'costare' e nel 'consistere', che pure sono fave dello stesso baccello. Ora, il constare latino ci parlava in maniera più chiara di uno 'stare'. Era innanzitutto uno stare fermo, un persistere, con una certa dose di incrollabilità e padronanza: spesso il prefisso 'con' ci racconta un 'insieme' nel senso di una situazione unitaria, tenuta insieme, sorretta e partecipata, e il constare prendeva il...

» Continua a leggere...

Appagare

ap-pa-gà-re (io ap-pà-go)

SignSoddisfare, esaudire

derivato di pagare, con prefisso ad-.

“Chi ha pagato è appagato” recitava un vecchio slogan esortando argutamente al pagamento del canone TV. Ma al di là delle lepidezze pubblicitarie di mamma RAI, il legame tra pagare e appagare è abbastanza chiaro: nella forma, perché “appagare” è formato semplicemente anteponendo a “pagare” il prefisso “a-”; nella sostanza, poiché il pagamento appaga il creditore in quanto lo soddisfa, lo contenta, lo quieta (e infatti, di norma egli rilascia quietanza del pagamento). Cotanta quiete è...

» Continua a leggere...

Dialettica

di-a-lèt-ti-ca

SignAbilità verbale del sostenere una posizione, del persuadere, esercitata nella discussione; in filosofia, declinato in diverse accezioni, metodo di conoscenza fondato sul dialogo o sul confronto fra opposti; processo risultante dal contrasto fra due forze

voce dotta recuperata dal latino dialéctica, dal greco dialektiké (sottinteso téchne 'arte'), il quale è derivato di dialektikós 'relativo alla discussione', a sua volta da diálektos 'colloquio, conversazione', ma anche 'discussione, disputa'.

Tastando questa parola si tocca una vena profonda della nostra lingua e del nostro pensiero. Infatti se oggi parlando di dialettica ci vengono in mente particolari capacità oratorie o situazioni di contrapposizione piuttosto fertile, non è scontato tenere presente che dal punto di vista filosofico si tratta di un metodo di conoscenza — che sì, è stato variamente inteso di scuola in scuola, ma il cui nocciolo, negli ultimi ventiquattro secoli, si è conservato piuttosto bene. Il metodo è...

» Continua a leggere...

Sagoma

sà-go-ma

SignLinea di contorno; figura stilizzata; forma usata come modello, campione

dal latino sacóma 'contrappeso', che in greco è sákōma.

Da un lato abbiamo l'evidenza di espressioni popolari come «Tizio è una sagoma» nel senso che fa ridere con le sue bizzarrie e stravaganze, dall'altro abbiamo l'arcano abissale di significati che non sono più in linea con gli originali greci e latini che ci parlano di stadere e contrappesi, nel mezzo abbiamo la sagoma quale linea di contorno, sezione, modello stilizzato o campione. È anche bello: con le parole davvero popolari, davvero sulla cresta dell'onda quotidiana da cento generazioni...

» Continua a leggere...

Bematista

be-ma-tì-sta

SignMisuratore di distanze per mezzo del passo

dal greco bematistés, derivato di bema 'passo'.

Va detto: questo termine non avrà l'impatto più potente sul nostro modo di intendere e sfumare il mondo, né lo useremo oggi stesso andando a fare la spesa o parlando con la relatrice di una conferenza. Però il suo impiego storico riesce a darci uno scorcio profondo su un'azione che ci portiamo dietro fin da bambini: misurare una distanza in passi. Le campagne militari più complesse richiedono uno sforzo geografico di alto profilo (volevo dire 'geomensorio' ma pare non esista), specie quando...

» Continua a leggere...

Svarabhakti

sva-ra-bhà-kti

SignInserzione di una vocale tra due consonanti

dal sanscrito स्वरभक्ति (svarabhakti) ‘separazione tramite vocale’, composto da स्वर (svara) ‘vocale’ e भक्ति (bhakti) ‘separazione’.

Quando il nostro corpo fa le bizze, a volte ci vengono gli spasmi muscolari (o spasimi?); quando, dopo anni di catechismo, arriviamo al gran giorno, facciamo la cresima (ma quest’ultima ci viene amministrata per mezzo del crisma); leggendo poesie a scuola, magari ci capita di trovar scritto medesmo (e poi nella nota a piè di pagina ci viene detto che quella parola sta per medesimo). Il fenomeno che avviene in questi casi è sempre lo stesso: abbiamo una determinata parola (il latino spasmus,...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato