Ridda

rìd-da

Antico ballo in cui più persone giravano in tondo cantando; movimento confuso e disordinato di molte cose o persone

da riddare, dal longobardo: wridan voltare, girare.

Non ci si riferisce quasi più alla ridda intendendo il ballo che originariamente significava; ma l'immagine di quel ballo, che consisteva in una danza circolare di persone che si tenevano per mano e cantavano, resta ben viva nel significato figurato di questa parola.

La ridda è in generale un vorticare confuso di cose o persone - specie allegro e festoso, ma può anche avere un connotato ironico. La festa patronale potrà essere una ridda disorientante; il film massicciamente pubblicizzato potrà rivelarsi una ridda di luoghi comuni; e il giorno del proprio compleanno si riceverà una ridente ridda di auguri.

Parola pubblicata il 08 Luglio 2013

Commenti