Logo Una parola al giorno

Bugigattolo

  • 38

bu-gi-gàt-to-lo

SignPiccolo stanzino, ripostiglio; abitazione angusta e squallida

etimo discusso.

Si parla di stanzini, di ripostigli dei più stretti, e per generosa estensione anche di abitazioni particolarmente asfittiche e squallide. Il che è reso mirabilmente nel suono da un susseguirsi annodato e rapido di occlusioni, chiuso da un (probabilmente solo apparente) suffisso '-attolo' che all'orecchio stringe e diminuisce ulteriormente. Ma c'è, nemmeno nascosto, un richiamo curioso e rilevante.

Se nell'usare il termine 'bugigattolo' il fatto che dentro ci sia un 'gatto' ci suona, e ci suona curiosamente appropriato, potrebbe non essere un caso. Voci autorevoli sostengono che l'origine del 'bugigattolo' sia il 'buco del gatto' (dalla variante 'bugio' di 'buco'). Vale probabilmente come 'gattaiola', e la piccolezza della porta per gatti si ripercuote idealmente sulla piccolezza della stanza, ma comunque tutti sappiamo che per passare il loro tempo in comodità, alle ampiezze atriali più fastose i gatti preferiscono spesso i più imponderati pertugi — al cuscino panoramico sul piedistallo, la scatola da buttare che abbiamo cacciato nello sgabuzzino.

Se non è il gatto il metro del 'bugigattolo', altre voci di vaglia sostengono che abbia un'origine settentrionale, a partire da parole scaturite sempre dalla radice di 'buco', come busighèr ('bucicare, bucare'), e menzionando volentieri in questo arcipelago il veneto busegatolo, il bolognese busgât. Che sia per gatti o no, il bugigattolo è un buco. Peraltro lo stesso termine 'buco' ha anche i significati di 'bugigattolo', ma l'essenzialità e la generalità della sua immagine rendono questo senso in maniera molto dura e sprezzante. Se ti dico che l'amica appena trasferita, mamma mia, vive in un buco, l'immagine è cruda; se dico che c'è un buco di sbratto dove ficcare giusto le scope, sono molto secco. Invece il bugigattolo, anche quando è davvero minuto, anche quando è davvero penoso, non perde mai una tenue sfumatura di dolcezza, quasi di serenità felina. Sto in un bugigattolo ma non ho bisogno d'altro, sulla cucina si apre anche un bugigattolo con due scaffali per le conserve, e il negozio di quel vinaio è un bugigattolo, ma hai sentito che nettare?

Parola pubblicata il 08 Luglio 2019

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato