Naturale

  • 20

na-tu-rà-le

SignDella natura, relativo alla natura, che si desume dalle leggi di natura; prevedibile, ovvio; genuino, non artificiale, privo di alterazioni

dal latino naturalis, derivato di natura, a sua volta da natus, participio passato di nasci 'nascere'.

Parola cristallina e scivolosa come una lastra di ghiaccio. E davanti alle lastre di ghiaccio si deve fare enorme attenzione.

Di per sé, questa parola ha un significato vastissimo, quasi universale: la natura è l'insieme di tutto ciò che esiste di animato e inanimato, regolato da leggi precise e ineludibili - usualmente ma non necessariamente delimitato al contesto del nostro pianeta. Il naturale, quindi, è innanzitutto ciò che è della natura, o relativo ad essa: la gravità è una legge naturale, la geologia è una scienza naturale. Proprio il suo studio scientifico ci mostra come ci sia una certa prevedibilità, nella natura, e il naturale diventa ciò che è interpretabile alla luce delle regole desunte dalla realtà, e anche il solito, il prevedibile: si può dire che una parola ha un'evoluzione naturale in quanto sono stati osservati migliaia di casi di simili evoluzioni, si dice che la vita ha una fine naturale poiché non è mai stato riscontrato alcun caso di immortalità. Si arriva perfino all'ovvio (anche se con la natura c'entra poco o ha un nesso solo ironico): è naturale che verrò alla tua festa, è naturale che io non ti dia retta, ti sei offeso? È naturale.

Infine (e forse soprattutto), 'naturale' è usato come contrario di 'artificiale' o 'sofisticato' - e si parla di coloranti naturali, di una bellezza naturale in una posa naturale, di un rimedio naturale contro la stitichezza. In questo senso, ciò che è naturale è inteso spesso come migliore, più genuino, puro, scevro dalle tortuosità dell'artificio e dalle sue imprevedibili collateralità.

Ciò che spesso sfugge, probabilmente proprio in ragione di questi ultimi significati, è che non esiste niente che non sia naturale. Senza dubbio il discrimine fra naturale e artificiale è utile, ma va considerato con prudenza. Logicamente è naturale l'aspirina, che degli animali quali siamo compongono da sostanze che si trovano in natura, è naturale lo strumento con cui stai leggendo queste parole, che abbiamo tratto e composto dalla natura come il castoro trae e compone legna per le dighe. Nell'ordine neutrale e amorale della natura sono scritte molte cose, ed è importante non leggervi più di quanto vi sia scritto. Anche quelli che oggi consideriamo pacificamente i più alti fra i diritti umani sono un esito storico meraviglioso ma completamente contingente, e non sono più naturali della schiavitù e dei sacrifici umani.

E perciò un abuso di questo termine - che evoca l'eterno e l'ineluttabile - non può che sortire, nelle persone intelligenti, la reazione che si ha davanti all'umoristico. Un esempio per tutte le centinaia di esempi caldissimi che ci possono venire in mente: mi hanno fatto sorridere le osservazioni che criticavano 'petaloso' in quanto parola diffusa in maniera 'non naturale' - come se fosse possibile anche solo immaginare una diffusione non naturale di una parola! O come se tutte le diffusioni di tutte le parole mai pronunciate non siano state artificiali.

Parola pubblicata il 07 Marzo 2016

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!

Iscriviti ADESSO: è gratis!

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Cliccando il pulsante accetti la Privacy Policy

» Sono già registrato