Epigono

e-pì-go-no

Seguace, imitatore, che riprende e ripete idee e stile di un grande predecessore

dal greco: epi sopra, dopo gonos prole, quindi, nato dopo.

Il manierismo e l'emulazione sono una facile lusinga. Le persone cercano la propria identità e il proprio posto nel mondo all'interno di nicchie centrifughe e particolaristiche, dove il tentare la via dell'epigono diventa la regola e il distintivo. Ma chiaramente riscrivere ciò che è già stato scritto, oltre ad essere inautentico, è sterile: a meno di ricerche particolari o usi ironici, questo resta un elegante termine afflitto da una connotazione strutturalmente dispregiativa.

Parola pubblicata il 03 Settembre 2010

Commenti