Logo Una parola al giorno

Sfoglia per data - pagina 7

Granitico

gra-nì-ti-co

SignFatto di granito, che sembra granito; saldo, duro, incrollabile

da granito, derivato del latino granulum 'granulo'.

Sì, è un aggettivo di forza rara, ma per entrarci soffermiamoci a notare, ancora una volta, anche qui, una delle più pervasive ossessioni della lingua, del pensiero. Il grano. Grani di frumento. Grani di sale. La grana diversa della carta vetrata o della sabbia. La definizione delle fotografie digitali - più o meno sgranate. Il grana padano. I grani di perle. La grana che si spende e si guadagna. Il granitico, così solido, parte dai grani della grana del granito. Grani che non sono sciolti...

» Continua a leggere...

Baccagliare

bac-ca-glià-re (io bac-cà-glio)

SignVociare, gridare litigando; corteggiare, tentare un approccio

probabilmente dal latino bacchare 'schiamazzare', derivato di Bacchanàlia 'Baccanali', attraverso l'influenza di forme ipotetiche come bacchàlia.

Curioso come i due significati di questa parola - uno forse recessivo, uno forse in ascesa - sembrino fra loro piuttosto scollati, e come in fondo non lo siano. 'Baccagliare' è attestato in italiano davvero tardi: negli anni '40. E pare strano che una parola di ascendenza latina così marcata - si parla direttamente di feste in onore di Bacco! - si manifesti solo a metà Novecento, no? forse non così tanto, se consideriamo che i dialetti possono avere un ruolo d'incubatori, conservando parole...

» Continua a leggere...

Indugiare

in-du-già-re (io in-dù-gio)

SignTardare, aspettare a dire o fare qualcosa; trattenersi, attardarsi; differire; trattenere

dal latino indutiae 'tregua', attraverso l'ipotetica forma popolare indutiare.

Questa parola ci parla di tempo preso, con una varietà di sfumature che va capita perbene. Il prendersi tempo non è sempre un esitare incagliato e imbarazzato, un tentennare negligente. Spesso è di una larghezza tranquilla, che considera attentamente, che attende con pazienza, che apre un momento di calma quasi di un altro mondo. Così indugio quando mi fanno una domanda a cui dovrei saper rispondere ma non so rispondere, prima di intervenire indugio perché non mi va di correre un rischio....

» Continua a leggere...

Sviolinata

svio-li-nà-ta

SignDiscorso adulatorio; ritornello per violino, talvolta accompagnato da chitarra, inserito fra i canti dei maggi

da violino.

Com'è che un principe dell'orchestra passa a significare un'adulazione melensa? Ebbene, siamo davanti a una parola recente, attestata negli anni '40 del secolo scorso. E può essere disorientante leggerne le definizioni sui dizionari, perché accanto al significato noto di adulazione esagerata troviamo un riferimento a un certo tipo di ritornello, suonato sul violino, intercalato fra i canti dei maggi. Qualcuno si potrebbe domandare «E che roba è?», e sarebbe una domanda naturale. Il maggio,...

» Continua a leggere...

Sbranare

sbra-nà-re (io sbrà-no)

SignDivorare riducendo a brandelli; attaccare, straziare

dal francese antico braon 'pezzo di carne'.

Certo che in questa parola il 'brano' è molto specifico. Non che ci sia da stupirsi, anzi: etimologicamente il brano nasce proprio dal francese antico braon, il pezzo di carne, di ascendenza francone. Ma se mi dici che mi fai vedere un brano non mi aspetto un quarto sanguinolento. Magari mi aspetto un passo di un testo, o una partitura - porzioni di un uno organico, o brevi pezzi d'arte presi a sé. Invece lo sbranare ci fa subito venire in mente l'immagine violenta dell'arco di denti che...

» Continua a leggere...

Mantra

màn-tra

SignInno, preghiera, formula sacra; al di fuori del contesto religioso, anche slogan, massima personale, stile di vita

dal sanscrito मन्त्र màntra ‘strumento del pensiero, inno, formula sacra o magica’.

La parola mantra è una di quei termini che, appartenenti originariamente all’ambiente sacro dell’India antica, si sono spostate, in Occidente, verso una dimensione più semplice e quotidiana. Stranamente, non ho trovato alcun dizionario della lingua italiana che segnali quest’uso di mantra – sebbene i dizionari debbano raccontare l’uso della lingua, e non la norma – e ne ho trovato esempi solo in lingua inglese nella versione online del dizionario Merriam Webster. Ma per capire di che cosa io...

» Continua a leggere...

Eludere

e-lù-de-re

SignEvitare, schivare, sottrarsi scaltramente

dal latino elùdere, composto di e- 'fuori' e lùdere 'giocare'.

Anche in questo caso siamo davanti a una parola solo blandamente ricercata, se non proprio comune, in cui suona una radice che non ci pare abbia direttamente a che fare col suo significato attuale. Infatti non si deve essere latinisti per sapere che 'ludere', in latino, significa 'giocare'. Se 'eludere' siugnifica 'evitare', come si compone questo quadro? La risposta non è delle più lineari. Va detto che tutti i significati che in italiano attribuiamo all'eludere erano già presenti nell'...

» Continua a leggere...

Rinunciare

ri-nun-cià-re (io ri-nùn-cio)

SignSpogliarsi di un bene , di un diritto, di un mandato; astenersi o desistere dal fare qualcosa

dal latino renuntiare, propriamente 'annunciare in risposta', composto di re- 'contro' e nuntiare 'annunciare, dichiarare'.

In questa parola ci suona subito il 'nunciare' che conosciamo nel pronunciare, nell'annunciare, nel denunciare. Ma nella nostra geografia di significati questo verbo si colloca in una zona un po' diversa da quelle sue consorelle: che c'entra l'abbandonare con un dichiarare? Il rinunciare latino nasce con dei connotati diversi da quelli che conosciamo noi. Era propriamente un annunciare in risposta - e in questa veste è appunto molto vicino all'annunciare, al denunciare e via dicendo. Oggi,...

» Continua a leggere...

Racconto

rac-cón-to

SignRelazione, esposizione di fatti, situazioni o discorsi; componimento letterario in prosa più breve del romanzo

derivato di raccontare, che è da contare nel senso di 'narrare' (dal latino computare 'calcolare'), con prefisso rafforzativo ra-.

Quando sul dizionario leggiamo che il racconto è una relazione, il significato della definizione è un po' più profondo di quanto siamo abituati a intendere. E il percorso etimologico che ci arriva non è dei più semplici. Si tratta di un derivato del verbo 'raccontare', e la sua origine non è banale. Quel 'contare' su cui è costruito di solito lo usiamo nel senso di 'numerare', ed è un senso molto vicino al computare latino da cui deriva, e anche al computare che troviamo in italiano e ai...

» Continua a leggere...

Ammorbare

am-mor-bà-re (io am-mòr-bo)

SignContaminare, infettare, rendere malsano; annoiare, infastidire

composto parasintetico di morbo.

Com'è bello quando le parole gravi diventano giocose. E l'ammorbare parte da una delle gravità più serie: il morbo. Ora, il latino morbus aveva un significato generico di 'malattia, infermità', e la sua origine è misteriosa, senza nessi con radici indoeuropee. È bello cogliere la suggestione, adombrata dai rilievi scientifici di certi dizionari, che tanti nomi dati alle malattie, in tempi andati, fossero nomi, per così dire, domestici. Le malattie non erano spiegate attraverso analisi...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato