Albagia

al-ba-gì-a

Boria, spocchia, superbia

etimo pressoché ignoto, si può ricollegare al tedesco albern fatuo.

La lista delle parole che indicano questo medesimo atteggiamento si allunga sempre più: è evidentemente molto umano, e le sue sfumature sono molto sentite.

Mi pare che albagia abbia un sapore decisamente antico, e la boria che mi ricorda è più che altro una boria vetero-nobiliare, una spocchia dettata più da una posizione che da un effettivo eccesso di stima di sé; ma questa è soltanto una mia impressione.

Parola pubblicata il 16 Ottobre 2010

Commenti