Tassativo

tas-sa-tì-vo

Che stabilisce in modo perentorio e inderogabile

dal latino: taxare, a sua volta dal greco: tassein ordinare, e in particolare esigere, fissare un pagamento.

Quello del tassativo è un imperativo categorico, che non ammette sgarri: come è fissato così deve essere fatto. Sarà quindi tassativo un ordine che deve essere svolto immancabilmente alla lettera, sarà tassativo un elenco di fattispecie precise, a cui sole è applicabile una data norma, sarà tassativamente proibito fumare negli ospedali o in presenza di donne incinte.

Molto curioso è che questo senso di severità e durezza sgorghi dall'immagine del soldo da avere, di cui si tiene il conto con esattezza certosina e che viene esatto con rigore inflessibile. Insomma, si può ridere e scherzare sulle mamme e sui santi, ma mai, mai, mai sui soldi da avere - con un certo gusto da spacciatore di periferia, nevvero?

Parola pubblicata il 28 Febbraio 2012

Commenti