Logo Una parola al giorno

Trasloco

  • 7

tra-slò-co

SignTrasferimento di abitazione o di sede, e le operazioni con cui è compiuto

derivato di traslocare, composto dal latino trans- 'al di là, oltre' e locare 'collocare, porre in un luogo'.

Ancora una volta siamo davanti a una parola comune che cela un esito semantico interessante.

Gli elementi latini che compongono il trasolcare e il trasloco ci parlano semplicemente di un trasferimento, di un porre qualcosa in un altro luogo. L'immagine è chiaramente vastissima. Però in italiano questo grande tronco, che ci immagineremmo ricco e frondoso, ha portato a un significato unico e molto specifico: il trasferimento di abitazione o di sede, e le operazioni che per tali trasferimenti sono necessari.

Per la verità è possibile, per quanto poco comune, che il trasloco riguardi lavoratori od oggetti; ma è un uso che per frequenza e diffusione non è comparabile col suddetto. Anzi, sono proprio i caratteri di complessità e fatica implicati dal trasloco di abitazione o sede a segnarne gli usi estesi o figurati: così posso finalmente traslocare nella nuova casa in campagna, e organizzo il trasloco del laboratorio vicino al magazzino, ma si può anche traslocare la vecchia nonna da noi.


- “Ieri ho fatto la mudanza” “In italiano si dice ‘trasloco’” “Trasloco? Io non sono loco!” -

Dei falsi amici abbiamo già parlato, ma a parte queste parole dal suono simile ma con un significato diverso, quanto aiuta conoscere una lingua straniera quando si cerca di impararne una nuova? Tantissimo. In questo caso lo studente non era di lingua spagnola, come l’uso di mudanza e loco suggerirebbe, bensì tedesco. Aveva però imparato benissimo lo spagnolo e attingeva al suo bagaglio di conoscenze a piene mani, sapendo bene che la strada che separa lo spagnolo dall’italiano è molto più breve di quella che lo separa dal tedesco. Fino ad un certo punto, almeno. Nell’urgenza di comunicare propria dei livelli bassi, chi conosce una lingua vicina all’italiano (una lingua neolatina) ha un vantaggio incomparabile sugli altri studenti. Quando però si arriva a un livello molto avanzato, questo vantaggio inizia a giocare brutti scherzi, perché porta molta confusione e lo studente, che comunque riesce a comunicare, inizia a non percepire più che sta facendo degli errori, per cui parla con molta convinzione una lingua ibrida, l’itagnolo. Questo perché si parla di due lingue che hanno moltissimo lessico in comune, cosa che non succederebbe con lingue più lontane dalla nostra.

Il vantaggio dei collezionisti di lingue è spiegato da una teoria interessante: il principio dell’interdipendenza linguistica. In poche parole, in presenza di condizioni favorevoli (motivazione, input adeguati…) lo studio di una lingua straniera porterebbe benefici all’intero repertorio linguistico di una persona. Quindi anche studiare una lingua lontana dalla nostra come il cinese, aumenterebbe la nostra consapevolezza linguistica e di conseguenza renderebbe migliore non solo il nostro italiano, ma anche lo studio di una terza lingua lontana da entrambe, il turco, per esempio. È un po’ come dire che l’appetito vien mangiando. Per questo la morale del giorno è: studiate le lingue straniere e sarete sempre più vicini alla prossima lingua che imparerete.

Con Chiara Pegoraro, esperta insegnante d'italiano per stranieri, a settimane alterne affronteremo le questioni più problematiche e divertenti che riguardano l'apprendimento dell'italiano come seconda lingua.

Parola pubblicata il 03 Settembre 2016

Commenti

Per lasciare un commento devi essere registrato al sito! Fai login o Iscriviti adesso!

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato