Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: B - pagina 2

Bagarino

ba-ga-rì-no

SignChi incetta e rivende a prezzo maggiorato i biglietti di un evento; venditore al dettaglio

voce romanesca, derivata dall'arabo baqqāl venditore al minuto - al plurale baqqālīn.

Questa parola vive con un significato piuttosto specifico: infatti per bagarino si intende colui che si accaparra una grossa quantità di biglietti di un evento - specie concerti e partite - per poi rivenderli, una volta esauriti quelli reperibili tramite i canali ufficiali, a un prezzo più alto. Una figura non simpaticissima: ci sono norme che tentano di arginare il fenomeno del bagarinaggio, come quelle che prevedono il divieto di rivendita dei biglietti a prezzo maggiorato, o quelle che...

» Continua a leggere...

Bagarre

bagàr

SignDiscussione agitata, baruffa; subbuglio; nel ciclismo, fase concitata della gara

voce francese di origine dialettale, forse attraverso il provenzale bagarro, che è dal basco batzarre 'riunione di persone'.

La scelta di una parola francese ci pare sempre raffinata: questa in particolare la troviamo spesso sui giornali, e ci sembra proprio buona per descrivere alterchi, dispute politiche anche accese, anche poco compassate - ma sempre in ambiti elevati. Per quanto, e ora lo vedremo, non ogni parola francese sia necessariamente un profumo distillato sulla Senna. questa voce entra nell'uso italiano tardi, all'inizio degli anni '60, e in un contesto molto preciso, quello del ciclismo. Qui la...

» Continua a leggere...

Baggianata

bag-già-nà-ta

SignSciocchezza

da baggiano sciocco, derivato di baggiana, che è dal latino (fava) bajana, tipo di fava originaria della città di Baia, vicino a Napoli.

I nomi di verdure e legumi, attraverso i secoli, sono sempre stati un'inesauribile miniera di significati figurati. Tanti di questi sono riconducibili alla sfera semantica dello 'sciocco', e la fava baiana appartiene proprio a questo gruppo (per chi non lo sapesse, si tratta di un tipo di baccello dotato di semi molto grossi, originario della Campania). Così il nome 'baggiano' è passato a indicare genericamente il babbeo. Ma in particolare, come ci racconta Manzoni, 'baggiano' era l'epiteto...

» Continua a leggere...

Bagnasciuga

ba-gna-sciù-ga

SignParte di spiaggia su cui si infrangono le onde; parte dello scafo di una barca, compreso fra la linea minima e massima di galleggiamento (sopra o sotto il pelo dell'acqua a seconda del carico)

intuitivamente, composto di bagna e asciuga.

Canonicamente sarebbe indicato come più corretto l'uso di "battigia", per indicare questa parte di spiaggia. Ma "battigia", derivato di [battere], è una parola che trova il suo primo uso (attestato dal XVI secolo) come sinonimo di un attacco di "mal caduco", ossia di una crisi epilettica - e pare assurdo assimilare l'armonioso ritmo delle onde che si allungano verso terra ad un movimento convulsivo, i cui colpi e scatti sono invece ben resi dal battere. Inoltre, riferito alla spiaggia,...

» Continua a leggere...

Bagnomaria

ba-gno-ma-rì-a

SignMetodo per riscaldare indirettamente, che consiste nel porre un recipiente in un altro in cui è posto un liquido caldo

composto di bagno e forse dal nome di Miriam, sorella di Mosè e Aronne, che ebbe fama di grande alchimista; forse dal nome della celebre alchimista Maria la Giudea, vissuta all'inizio del I millennio.

Nel bagnomaria ciò che deve essere riscaldato, o cotto, o distillato, viene posto in un recipiente, a sua volta posto in un altro, solitamente pieno d'acqua bollente. La mediazione del calore permette un riscaldamento molto più delicato e controllato rispetto a uno che si avvalga della fiamma viva. Chi ha provato a sciogliere la cioccolata direttamente sul fuoco sa di che cosa sto parlando. L'invenzione di tale metodo è classicamente ricondotto al mondo dell'alchimia, in cui le...

» Continua a leggere...

Bagordo

ba-gór-do

SignBaldoria, gozzoviglia; lancia da torneo, e il torneo stesso

da un'ipotetica voce francona behurdan circondare con una siepe, e cioè approntare il recinto per una giostra - giunta a noi attraverso il provenzale baordar bagordare.

Questa parola dipinge con una straordinaria efficacia la baldoria, la grande festa, la bisboccia viziosa. Efficacia ancora più evidente quando si osserva il percorso etimologico del bagordo. Nel medioevo, per bagordo si intendeva la giostra, il torneo in cui prodi cavalieri si sfidavano lancia in resta. Per estensione, il bagordo passò a significare anche la stessa lancia. Ma evidentemente ciò che più rilevava in questi eventi - ciò che più li caratterizzava e che li rendeva così magnetici...

» Continua a leggere...

Bahuvrīhi

ba-hu-vrì-hi

SignIn linguistica, composto che denota un referente specificando una certa caratteristica o qualità che il referente possiede

dal sanscrito बहुव्रीहि (bahuvrīhi), 'che possiede molto riso', quindi 'ricco'.

Ecco, ci risiamo. Si parla di parole comuni, tipo riso, zucchero, lillà... e poi spunta la linguistica a complicare le cose. Abbiamo già affrontato la questione della composizione in sanscrito quando abbiamo scoperto la parola dvandva (che indica i composti copulativi, come “cassapanca”, che è una cassa ed è anche una panca): tirando in ballo un po’ di numeri, in sanscrito i composti sono il 22% delle forme linguistiche attestate, contro il 6.1% del greco e il 2.5% del latino (lingua...

» Continua a leggere...

Bailamme

bai-làm-me

SignConfusione, baraonda

dal turco: bayram festa. In particolare, nome con cui vengono indicate le festività nazionali, sia laiche che religiose.

Le festività nazionali spesso significano solo che si può dormire di più e attardarsi in casa, che gli autobus passano più di rado e addobbati con bandierine, significano il tentativo di fare ponte. La dimensione corale della festa più normalmente trionfa su scala locale: tutti abbiamo in mente una qualche festa di città o di paese particolarmente partecipata e caciarona a cui siamo stati. Il bailamme è proprio il gran casino della festa, fiumane di persone in ogni luogo, e che gridano,...

» Continua a leggere...

Baldacchino

bal-dac-chì-no

SignCopertura ornamentale sospesa fatta di stoffa, sorretta da aste - di grande pregio

dall'omonimo prezioso tessuto, che deriva dall'antico nome di Baghdad Baldac, da cui provenivano quelle finissime stoffe con cui i baldacchini venivano coperti.

In un mondo globalizzato in cui tutto è prodotto ovunque e ovunque reperibile, resta la nota sensibile, poetica, quasi nostalgica, di quei prodotti di pregio, specie le stoffe, il cui nome è indicato dalla loro provenienza - una provenienza distante, che vibrava di un'aura magica e rendeva sognante ogni pensiero vòlto a quei luoghi così lontani, così esotici. La finezza delle mussole di Mosul, la complessità delle trame dei damaschi di Damasco, il soffice calore del cashmere del Kashmir -...

» Continua a leggere...

Baldanza

bal-dàn-za

SignGrande sicurezza, spavalderia

dal provenzale antico baut fiero, ardente, dal francone bald ardito, fiero, vivace.

Anche se questa parola può avere dei connotati di eccesso, resta fondamentalmente positiva. La baldanza è una grande sicurezza di sé, ed è una sicurezza manifesta, che parole e atteggiamenti rendono evidente. Si traduce Anche in una grade fiducia nella sorte: il baldanzoso sa che tutto, dentro e fuori di lui, si muove a suo favore. Etimologicamente, si arriva a questo concetto attraverso immagini di ardore e fierezza: sempre qualcosa che si legge negli occhi del baldanzoso, in quel che fa e...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato