Drudo

drù-do

Amante, innamorato

dall'antico provenzale: drut amico, amante.

Parola rara e preziosa, che di rado capita di ascoltare.

Questa parola nasce fra i vibranti versi della poesia d'amore trobadorica, simbolo d'amori antichi, prime emancipazioni dal medioevo. Una relazione normale è una relazione normale; ma se una persona si indica come drudo, ecco che si manifesta quel sapore d'amore che quasi non osa pronunciare il proprio nome. E il suono è tenero, quasi buffo.

Parola pubblicata il 05 Dicembre 2010

Commenti