Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: B - pagina 4

Barbagliare

bar-ba-glià-re (io bar-bà-glio)

SignLampeggiare, scintillare; meno comunemente, balbettare

incerto; forse composto di baglio, presente in abbaglio, bagliore, sbaglio; circa il significato di balbettare, voce onomatopeica.

Più che un forte lampo improvviso - connotazione piuttosto povera - il barbagliare sembra lo scintillare di riflessi vivi e tremolanti, uno sfarfallìio luminoso, un bagliore ripetuto. Leggendo l'Iliade si può vedere, sul campo di battaglia, il barbagliare delle spade e delle panoplie di bronzo lucido che risplendono in violento movimento sotto il sole; lungo le strade trafficate, le auto, sfrecciando in rapida successione sull'asfalto riarso, riflettono un barbaglìo abbacinante; dalle...

» Continua a leggere...

Barbassore

bar-bas-só-re

SignPersona autorevole o che si dà molta importanza

derivato di valvassore che è dal latino vassus vassorum servo dei servi, sovrapposto a barba.

Si tratta di una parola di tono scherzoso, a cui dà forza l'ascendenza aulica. È una storpiatura del nome del valvassore, cioè del dignitario feudale che è vassallo di un altro vassallo - sovrapposto a barba: il risultato è una figura che unisce i caratteri insieme autorevoli e pretenziosi dell'uomo importante e barbuto. A esempio, il cantiere può essere agli ordini di un barbassore canuto che dà direttive col piglio del generale in battaglia; quando davanti a noi l'impiegato allo sportello...

» Continua a leggere...

Barbecue

bàrbichiu (all'inglese) o barbechiù (alla francese)

SignFornello a carbone o a legna con griglia; cottura mediante questo strumento; riunione, trattenimento dove si servono vivande così cucinate

attraverso inglese e francese, dallo spagnolo barbacoa, derivato dal taino barbicú.

Quando ci troviamo con amici a fare un barbecue all’aria aperta pensiamo forse che il termine, talvolta utilizzato al posto di una più nostrana “grigliata”, abbia avuto origine nel mondo anglosassone, dove la pratica del barbecue è ampiamente diffusa e dove il termine è oggi spesso sintetizzato nella forma BBQ. In realtà, come diversi termini culinari dei quali facciamo uso, la parola barbecue deriva originariamente da barbicú, termine taino (lingua arawak delle Antille) che si riferiva a...

» Continua a leggere...

Barcamenarsi

bar-ca-me-nàr-si (io mi bar-ca-mé-no)

SignDestreggiarsi in maniera abile e furba in una situazione difficile

composto di barca e menare, nel senso di 'condurre'.

Non finisce mai di stupire il fatto che azioni antiche e popolari, lontanissime dalla quotidianità della maggior parte di noi, segnino così potentemente il nostro modo di parlare e di pensare. Condurre una barca non è semplice: sono mille le attenzioni che l'esperto barcaiolo deve avere per evitare minacce comuni ma tutt'altro che evidenti. E questa speciale abilità pratica - il condurre la barca - diventa il paradigma attraverso cui guardare i significati del verbo 'barcamenarsi'. È un...

» Continua a leggere...

Barcarola

bar-ca-rò-la

SignCanto dei gondolieri; composizione musicale ispirata a quel tipo di canto

forma dialettale di barcaiola: la barcarola è una canzone barcaiola, "da barca".

I canti tradizionali che nascono per accompagnare un lavoro e dargli un ritmo - da quello nei campi, al lavoro delle tessitrici a quello dei barcaioli - sono innumerevoli: alcuni di questi sono poi diventati dei veri e propri generi musicali o tipi di composizioni. Il caso più celebre e fertile è quello dei canti degli schiavi neri che lavoravano nei campi statunitensi, da cui sono nati lo spiritual, il gospel e il blues. Ma anche in Italia alcuni di questi canti tradizionali hanno avuto...

» Continua a leggere...

Barcollare

bar-col-là-re (io bar-còl-lo)

SignTraballare, muoversi ondeggiando senza equilibrio; vacillare, essere sul punto di perdere autorità e prestigio

derivato di barca.

Si può ripetere, e ascoltare, e leggere, e scrivere una parola decine di migliaia di volte senza fare quel semplice collegamento ideale che ce ne rende chiara l'origine. E per molti questo sarà il caso (come è stato per me). Il movimento ondeggiante descritto dal barcollare scaturisce dall'ondeggiare della barca sui flutti. È nel XVI secolo che questo verbo vede la luce in italiano, e l'immediatezza della sua immagine lo presta a degli usi forti di un gran mordente. Il barcollare di un ...

» Continua a leggere...

Bardare

bar-dà-re (io bàr-do)

SignIn riferimento al cavallo, munirlo di barda o di finimenti; al riflessivo, caricarsi di abiti vistosi o ingobranti

dall'arabo bàrda'a 'basto, barda'.

La barda è un oggetto molto affascinante, ben presente nel nostro immaginario, il cui nome dà ancora frutti belli e scherzosi. Altro non è che l'armatura del cavallo. Ma questo termine giunge in italiano dall'arabo, dove significava una sella semplice, senza arcione - praticamente un basto. Ed è stupefacente come un termine tanto umile sia passato a descrivere un oggetto così complesso, così costoso e di così grande impatto visivo. Ora, non capita spesso di bardare un cavallo. E anche se...

» Continua a leggere...

Barlume

bar-lù-me

SignLuce incerta, fioca; indizio, parvenza evanescente

derivato di lume, col prefisso bar-, forse affine al peggiorativo bis-.

Di primo acchito può sembrare che questa parola abbia un significato esiguo, per quanto suggestivo. E invece è un significato di spessore, intelligente. Come sappiamo, il barlume è una luce fioca, incerta. Il nesso col 'lume' è trasparente, mentre magari il prefisso bar- ci lascia qualche perplessità: non è un prefisso molto produttivo, in italiano, e lo troviamo giusto in voci consimili, come 'barbaglio'. Secondo alcuni, si tratta di un prefisso affine a bis-, non inteso come 'due volte',...

» Continua a leggere...

Barzotto

bar-zòt-to

SignChe si trova a metà cottura; che è in uno stato intermedio, manchevole; del membro virile, non in piena erezione

variante di bazzotto, derivato dal latino badius di colore baio, cioè, riferito ai cavalli, a metà fra il rosso e il marrone, e per estensione, in uno stato intermedio.

Questa parola - specie nella sua versione più risalente, cioè 'bazzotto' -, nella vastità dei secoli ha avuto un'infinità di significati variamente riconducibili a un 'essere a metà'; oggi è maliziosamente a senso unico, ma merita una panoramica. Nasce in riferimento a un particolare manto equino, il baio, che ha un colore a metà fra il rosso e il marrone; un colore che è diventato antonomasia per indicare in generale una condizione intermedia. Ampio è stato l'uso che se ne è fatto nel...

» Continua a leggere...

Basico

bà-si-co

SignIn chimica, che ha le proprietà di una base, contrapposto ad acido; fondamentale

derivato di base, dal latino basis.

Questa parola ha vissuto per lunghissimo tempo indicando unicamente ciò che ha la proprietà chimica di una base. Con una rapida panoramica chiariamo questo importante concetto: secondo la classica teoria di Arrhenius, si dice base quella sostanza che, disciolta in acqua, libera ioni OH-. Si tratta per esempio di sostanze come l'ammoniaca, la varechina e la soda caustica, che hanno un pH elevato, compreso fra 7 e 14. Il concetto di base è opposto a quello di acido, anche se nell'uso profano...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato