Assurdo

as-sùr-do

Che contrasta con la ragione

dal latino: absurdus, composto di ab allontanamento e dalla radice suar- suonare.

L'assurdo è una stecca. Una dissonanza, un allontanamento dall'armonia del suono musicale. Estensivamente, dall'armonia della ragione logica.

E' qualcosa che deve attirare la nostra attenzione: ogni dissonanza è una possibilità di riflessione. Così si può vivere calati negli eventi assurdi della nostra esistenza, esplorarli a fondo e comprenderli - quasi complesso accordo agrodolce di pianoforte - tenendo ben presente che l'armonia pulita è un'altra cosa.

Parola pubblicata il 02 Gennaio 2011

Commenti