Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: C - pagina 9

Catacresi

ca-ta-crè-si

SignFigura retorica che consiste nell'uso di parole al di là del loro significato proprio

dal greco katàchresis abuso, derivato di katachràomai abusare, composto di katà oltre e chrèstai usare.

Quello della catacrèsi (o catàcresi, se si pronuncia alla greca) è un fenomeno linguistico davvero affascinante. Si definisce come un uso abusivo di una parola o di una locuzione, che ne spinge il significato al di là di quello che le sarebbe proprio (in certi casi fino alla contraddizione). A qualcuno verrà subito in mente che sono molte le figure retoriche che hanno questo effetto - pensiamo a metonimie e metafore; ma la catacresi descrive questo fenomeno quando ormai non è più...

» Continua a leggere...

Catafalco

ca-ta-fàl-co

SignSostegno su cui viene posta la bara durante i funerali; per estensione e ironicamente, oggetto ingombrante

incerto, le fonti sono piuttosto vaghe e sconnesse. Forse dal latino: composto di captare catturare (lo sguardo) e palco.

Parola di grande solennità: il feretro viene deposto sul catafalco già coperto di drappi e fiori, e col suo odoroso onore focalizza gli sguardi, i pensieri, le lacrime, mentre il sacerdote, ieratico, celebra la liturgia delle esequie. Si scrolla di dosso la bara e l'olezzo d'incenso, però, il catafalco, quando viene usato ironicamente: in questo caso, sì, questa parola acquista un brio comico irresistibile, una vitalità prorompente. Qualsiasi oggetto o struttura ingombrante e non proprio...

» Continua a leggere...

Catafascio

ca-ta-fà-scio

SignNella locuzione 'a catafascio' in rovina, a rotoli, ma anche alla rinfusa, sottosopra

composto del greco katà 'giù' e sfascio.

Questa parola nasconde una curiosità incantevole. La usiamo comunemente nella locuzione avverbiale 'a catafascio', che in maniera intensa ed enfatica ci permette di descrivere qualcosa che va a rotoli, in disordinata rovina, o che si ammucchia alla rinfusa, senz'ordine: il capanno di cui dovevamo sistemare il tetto è andato irrimediabilmente a catafascio, per impazienza abbiamo buttato a catafascio la partita a scacchi che stavamo vincendo, ci ritroviamo l'armadio semivuoto a forza di...

» Continua a leggere...

Catafratto

ca-ta-fràt-to

SignCavaliere munito di armatura completa, che copre uomo e cavallo; coperto interamente, corazzato

dal greco: kataphractos, composto di phrassein chiudere, coprire.

Dal nome di temibili cavalieri del mondo antico, che militarono nelle file dei Parti, dei Romani e dei Bizantini, ci arriva un'immagine molto suggestiva: un cavaliere coperto interamente dall'armatura - un tutt'uno di metallo, dall'elmo al cavallo. Non proprio il ritratto dell'agilità, ma egregiamente protetto. Certo oggi pare difficile parlare di catafratti in senso proprio: compaiono soltanto in discorsi di storia militare o di storia dell'arte; ciononostante, si tratta di una parola che...

» Continua a leggere...

Catalizzare

ca-ta-liz-zà-re (io ca-ta-lìz-zo)

SignSottoporre a catalisi; in generale, accelerare un processo

dal greco: katalysis scioglimento. Termine coniato nel 1836 dal chimico svedese Berzelius.

Ancora una volta, le immagini e i termini della scienza chimica mostrano la loro fondamentale presa sul linguaggio. Il catalizzatore è quella sostanza che, senza essere consumata, prende parte ad una reazione chimica, accelerandola. Senza (poter) scendere in particolari più specifici, balza agli occhi la discrezione di questo ruolo: il catalizzatore è presente durante il processo, e vi partecipa in maniera distinta, senza ritrovarsi mescolato agli altri agenti protagonisti - e questa...

» Continua a leggere...

Catartico

ca-tàr-ti-co

SignPurificatorio

dal greco: kathartikos che purifica, da katharos puro.

La capacità di purificare è stata attribuita ad una grande varietà di situazioni, di influenze, di riti, di arti. Ora è catartica la liturgia religiosa che espia colpe e negatività, ora la rappresentazione teatrale che illimpidisce i sentimenti, adesso la musica che induce uno stato dell'animo sereno e terso, o ancora la poesia - e si può comunque procedere ancora, fino al semplice dialogo con l'amico che rende più trasparente e adamantino il proprio cuore, e poi di nuovo su, al contatto...

» Continua a leggere...

Catasterismo

ca-ta-ste-rì-smo

SignProcesso per cui un eroe, una divinità o un oggetto viene trasformato in un astro o in una costellazione

dal greco: katasterizo colloco fra le stelle, composto di kata in giù e aster astro.

I Dioscuri nella costellazione dei Gemelli, lo strumento di Orfeo nella Lira e Ganimede nell'Acquario. La catasterizzazione è un fenomeno antico, ormai impercorribile - se non figuratamente. Senza per questo escludere la possibilità di ridisegnare la mappa del cielo con nuove costellazioni! Ma questo sarebbe tutto un altro affare. Resta il senso profondo e la possibilità di ironia potente che il catasterismo lascia aperto. Quante sono le celebrazioni ridicole che vorrebbero catasterizzare...

» Continua a leggere...

Catastrofe

ca-tà-stro-fe

SignDisastro

dal greco: katà giù e stréphein voltare. Quindi rovesciare, rivoltare.

L'immagine è definitissima: un cataclisma che è un rivolgimento quasi geometrico, quasi geografico. E' una parola molto pesante, enfatica, che tende ad ingigantire. L'amico arriva in lacrime, la voce roca, gridando alla catastrofe: ha rigato la fiancata della macchina su un muretto. Questo ci può dare la dimensione di come la parola non si limiti a descrivere, ma costituisca la realtà. Se un disastro naturale lo chiamiamo avversità o anche sciagura, l'idea che ci si possono rimboccare le...

» Continua a leggere...

Cateratta

ca-te-ràt-ta

SignChiusa che regola la portata d'acqua di un canale; cascata, rapida; in oculistica, opacizzazione del cristallino per ossidazione delle proteine che lo costituiscono

dal greco: katarraktes che precipita, da katarassein gettare giù, composto da kata giù e rasso erompere, precipitare.

Le cateratte - o cataratte (etimologicamente più corretto) - nel lessico geografico sono dei punti di un corso d'acqua in cui il normale flusso è rotto e si crea una cascata, o una serie di cascate, o di rapide. Da molti secoli l'uomo, vivendo lungo i fiumi, adatta l'ambiente circostante alle proprie esigenze, arrivando quindi a creare cateratte artificiali per regolare il deflusso delle acque: saracinesche, chiuse e dighe che a valle aggiustano la continuità della portata per evitare...

» Continua a leggere...

Catering

càtering

SignIl complesso delle operazioni di rifornimento di cibi, bevande e simili effettuato da apposite organizzazioni per mezzi di trasporto, alberghi, ospedali, ecc. o in occasione di eventi

voce inglese, derivata da (to) cater, 'provvedere cibo'.

A quasi tutti noi è capitato, passivamente o attivamente, di usufruire di un servizio di catering. Comodo quando siamo noi ad organizzare una festa o un evento, spesso prelibato quando facciamo semplicemente la parte degli invitati. Forse potrà stupire, ma il vocabolo è entrato nei nostri dizionari già all'inizio degli anni Settanta, ad indicare proprio quell'approvvigionamento di cibo che include anche il servizio oltre che la materia prima fornita. I sinonimi italiani, a quanto pare,...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato