Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: F - pagina 9

Fiera

fiè-ra

SignMostra-mercato; animale feroce

Nel primo significato dal latino: feria giorno di festa; nel secondo dal latino: fera, femminile di ferus feroce.

Nella medesima parola sono confluiti due significati eterogenei, che non hanno nulla a che vedere l'uno con l'altro - ma che per vie traverse sembrano appartenere ad altri tempi. I giorni di festa, in una società più locale e unita di quella in cui viviamo oggi, sono sempre stati l'occasione, oltre che per celebrazioni e festeggiamenti, anche per organizzare grandi mercati. Col connotato che le fiere hanno ancora oggi, si trattava di mercati simili a mostre, che magari durassero anche...

» Continua a leggere...

Figlio

fì-glio

SignNato, rispetto a chi o ciò che l'ha generato; appellativo rivolto a un giovane da una persona adulta

dal latino filius.

Come molte parole che non hanno bisogno di presentazioni, anche 'figlio' cela dei tratti poco perspicui che meritano di essere portati al sole. Ebbene, si tratta di una parola tutt'altro che isolata - e non solo perché ha un numero ragguardevole di derivati: nell'ordito riposto della lingua, quello del figlio è un nodo legato etimologicamente al fecondo e alla femmina. Il significato che quindi possiamo trarre da questa parola (il nato in genere, rispetto alla persona, all'ente, al gruppo,...

» Continua a leggere...

Figura

fi-gù-ra

SignForma, aspetto esterno; corpo umano; forma geometrica; disegno

voce dotta, recuperata dal latino figura, da fìngere 'plasmare'.

Che parola semplice. E invece no. Questo concetto di base popola i nostri discorsi, ma non è semplice coglierne l'intima cifra. Per fortuna c'è l'etimo che ci aiuta molto, quindi, con un po' di poesia, ci proviamo. Si può iniziare dicendo in genere che la figura è la forma, l'aspetto di qualcosa o di qualcuno: nella nuvola riconosciamo la figura di un coniglio, il reticolo di strade ha la figura di una ragnatela. Per eccellenza la figura diventa l'aspetto del corpo umano: l'amico ballerino...

» Continua a leggere...

Fila

fì-la

SignInsieme di cose o persone allineate una dopo l'altra

da filo, a sua volta dal latino filum.

Il discorso più rilevante che si può fare relativamente all'uso di questa parola non attiene al suo significato - che è molto piano e chiaro - ma ai suoi rapporti con la parola "filo", e fra i rispettivi plurali. Notiamo subito che, nonostante la comune radice etimologica, "la fila" e "il filo" sono due cose diverse: la fila è una successione di elementi, il filo è un elemento tessile lungo e sottile - e la prima, avendo l'aspetto di una linea, nasce come significato figurato del...

» Continua a leggere...

Filantropo

fi-làn-tro-po

SignBenefattore

dal greco philàntropos, composto dal tema di filèo amare e ànthropos uomo. Propriamente, che ama l'umanità.

Il significato generico di questa parola, per come si trova riportato nei dizionari, si mostra tardo e impreciso nel descrivere chi il filantropo sia davvero. Infatti, nonostante in astratto il filantropo sia una persona generosa che aiuta il prossimo, a ben vedere vanno aggiunte le circostanze che si tratti di una persona molto ricca e generosa che aiuta il prossimo col suo patrimonio. Per intendersi, quando faccio volontariato guidando le ambulanze o assistendo a domicilio i malati...

» Continua a leggere...

Filastrocca

fi-la-stròc-ca

SignSemplice composizione in versi di gusto infantile; discorso lungo e sconclusionato; elenco prolisso, sfilza

etimo incerto.

Anche stavolta niente etimologia sicura (sarà il caldo): le ipotesi da percorrere sono varie, vediamole a volo. Potrebbe trattarsi semplicemente di un derivato figurato di filare, che essenzialmente ci racconta la filastrocca nel suo ricascare lungo, cadenzato e continuo, ma è anche vero che strocco è stato nome antico di un certo tipo di seta, il che potrebbe aggiungere a questo filare una tonalità; altrimenti si può pensare a un'alterazione di filatessa (quasi un sinonimo) che in ultima ...

» Continua a leggere...

Filatelia

fi-la-te-lì-a

SignCollezionismo e studio dei francobolli

dal francese philatélie, conio del 1864 del collezionista Georges Herpin, a partire dal greco philo- 'amico, amante' e ateleia 'esenzione dalla tassa', composto da un a- privativo e da télos 'tassa'.

Il Penny Black, il primo francobollo della storia, fu emesso nel 1840, e fu una rivoluzione. Infatti, fino a quel momento, il costo della spedizione delle lettere era a carico del ricevente. Questi, spesso, eludeva la spesa grazie a dei segni posti sulla lettera: il postino gliela portava, il ricevente vedeva certi simboli convenzionali che il mittente aveva scritto fuori dalla lettera (che magari significavano 'tutto bene', 'accetto l'accordo' e via dicendo), e intendendone già così il...

» Continua a leggere...

File

fàil

SignNel linguaggio amministrativo e burocratico, fascicolo, cartellina contenente una pratica; in informatica, insieme di dati logicamente correlati conservati nella memoria di un computer

termine inglese, propriamente 'filza, archivio', dal francese file 'fila', che è derivato del latino filum.

Entrata assieme a numerosissime colleghe angloamericane che hanno accompagnato la rivoluzione tecnologica ed informatica avvenuta nelle nostre vite a partire dal secondo dopoguerra, questa parola sembra ormai irrinunciabile quando abbiamo a che fare con dati e programmi inseriti nei nostri pc. Nella lingua d’origine, si è trattato semplicemente di sfruttare un termine già presente da tempo nel dizionario per applicarlo ad un diverso ambito, in cui la funzione era più o meno la stessa,...

» Continua a leggere...

Filibustiere

fi-li-bu-stiè-re

SignPirata del XVII secolo; persona disonesta

dall'inglese freebooter composto di free libero booty bottino - saccheggiatore libero, nome con cui venivano indicati i bucanieri inglesi.

Filibustieri, bucanieri, corsari, pirati. Vogliono dire la stessa cosa? Non esattamente. I bucanieri erano dei cacciatori di frodo dell'entroterra, che traevano il loro nome da [boucan] la graticola su cui arrostivano la carne - secondo l'usanza dominicana del [barbicoa], da cui deriva [barbecue]. Rozzi e non ben organizzati, la loro storia cambiò con una particolare alleanza. Dei fuggitivi olandesi, francesi e inglesi, cacciati dagli Spagnoli da altre isole delle Antille, si riunirono...

» Continua a leggere...

Filippica

fi-lìp-pi-ca

SignInvettiva, discorso duro e polemico

dal nome delle Filippiche, orazioni che l'ateniese Demostene pronunciò contro il re di Macedonia Filippo II tra il 351 e il 340 a.C.

A metà del IV secolo avanti Cristo, sull'intera Grecia incombeva dal nord la potenza in espansione della Macedonia, guidata dal bellicoso re Filippo II - padre dell'ancor più bellicoso Alessando Magno. Le città greche si trovarono a dover decidere fra stringere un'alleanza al gusto di vassallaggio con la Macedonia o invece un'opposizione in campo aperto. Demostene, grande oratore e politico ateniese, in quattro discorsi si pronunciò con grande durezza contro Filippo II e sostenne con...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato