Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: I - pagina 5

Impaniare

im-pa-nià-re (io im-pà-nio)

SignNel lessico venatorio ricoprire con pania (una sostanza vischiosa) dei bastoncini di legno per catturare piccoli uccelli; come transitivo pronominale, impegolarsi in situazioni da cui sia difficile uscire

derivato di pania, dal latino pagina 'pergolato', preceduto da un in- illativo.

Questa parola non è delle più comuni, eppure sembra abbia un viso familiare. Non echeggia strane inaccessibili ascendenze etimologiche, e nella lista del nostro dizionario mentale si colloca fra l'impanare e l'impanicare - rispetto ai quali è diverso, ma curiosamente non alieno. Anche questo è un termine del lessico venatorio, un lessico antico e ricco (per quanto esprima un pensiero fisso). Impaniare significa spalmare con la pania, una sorta di colla vegetale che si ottiene cuocendo...

» Continua a leggere...

Imparare

im-pa-rà-re (io im-pà-ro)

SignAcquisire una conoscenza, un'abilità, un comportamento

attraverso il latino parlato imparare acquistare, composto da un in illativo e da parare procurare.

Quando una parola ha una valanga di sinonimi è segno che il significato che denota è molto vivo e complesso (e quindi importante), e nei secoli c'è stato bisogno di prenderlo da più parti. È il caso di 'imparare', che denota, in senso lato, l'acquisizione di una conoscenza. Etimologicamente, imparare significa procurarsi qualcosa, e la versatilità di questo significato è evidente. Imparando, ci si procaccia una risorsa - che può consistere in un sapere, in un'abilità, o in un comportamento....

» Continua a leggere...

Impattare

im-pat-tà-re (io im-pàt-to)

SignCozzare, sbattere, specie detto di mezzo meccanico; colpire, avere effetto; chiudere una partita alla pari

nei primi significati, derivato dal latino impactus, da impingere urtare, composto di in dentro e pangere ficcare; nell'ultimo, derivato di patta pari, dal latino pactum patto.

In questa parola vivono due significati fondamentali diversi, che vi confluiscono secondo diverse etimologie: sbattere e pareggiare. In realtà è piuttosto raro che abbia questo secondo significato, che non è difficile immaginare foriero di buffe incomprensioni (finale di partita a scacchi, "Impattiamo?" e l'altro annuendo ti si scaglia addosso risolvendola a pugni). In questo senso è una parola connotata da una sintesi tecnica tanto cara ai gerghi ludici, che può conferirle nerbo, ma non...

» Continua a leggere...

Impeccabile

im-pec-cà-bi-le

SignChe non pecca; perfetto, privo di difetti; inappuntabile, irreprensibile

dal latino tardo impeccàbilis.

Be', questa parola vorrebbe parlarci di peccato, ma più che del rispetto dell'etica finisce per raccontarci un rispetto dell'etichetta. Andiamo con ordine. Siamo davanti a un termine che arriva a noi senza soluzione di continuità dall'impeccabilis latino, che già al nostro orecchio ha un che di strano: di solito il suffisso '-abile', applicato al verbo, dà un significato passivo - quindi il mangiabile si può mangiare, il contestabile può essere contestato, il curabile può essere curato, e...

» Continua a leggere...

Impegolare

im-pe-go-là-re

SignImpeciare; spalmare, impiastrare di pece; mettersi in una situazione difficile

derivato di pegola, variante settentrionale di pece (forse da picula, diminutivo del latino pex), con prefisso in- illativo.

Sì: 'impelagare' e 'impegolare' sono parole molto simili e hanno un significato principale che è grossomodo lo stesso (cacciarsi in una situazione difficile), difatti vengono usate volentieri come sinonimi. Ma non sono imparentate nemmeno alla lontana. L'impelagare l'avevamo visto, ci parla dello spingersi nel pelago, nell'alto mare. L'impegolare invece ci parla di una situazione il cui rischio è tanto meno avventuroso quanto più vischioso: l'impiastrarsi di pece (il latino tardo conosce un...

» Continua a leggere...

Impelagato

im-pe-la-gà-to

SignChe si trova in una situazione difficile

composto da in- e pelago mare, dal latino: pelagus mare.

È una parola bella e forte, che racconta l'essere in una situazione complicata attraverso una metafora: l'essere per mare. Quando si è impelagati in un lavoro o in una qualsiasi faccenda, vuol dire che uscirne non è cosa dappoco: richiede tempo ed energie, se mai se ne esce. Si tratta del medesimo tipo di sforzo necessario per guadagnare la costa quando si è in alto mare, in balìa di forze indomabili e complesse - e solo esperienza, forza e fortuna possono aver ragione di una simile...

» Continua a leggere...

Impellere

im-pèl-le-re

SignSpingere avanti con forza

voce dotta recuperata dal latino impèllere, derivato di pèllere 'spingere', con prefisso in-.

È perfino difficile dire che questo verbo ci sia, in italiano. Vi è comparso in modo episodico e non come verbo completo, ma solo in precise forme (participio passato e presente, passato remoto): non sembra esserci mai stato un "io impello". Insomma, è un latinismo pesante che non ha trovato spazio di rinnovamento in italiano (al contrario di suoi omologhi etimologici, come il verbo speculare 'espellere'). Ciò nondimeno, è un verbo basilare, attraverso cui possiamo comprendere le immagini...

» Continua a leggere...

Impenitente

im-pe-ni-tèn-te

SignChe persiste nello stato di peccato; che non cambia la propria condizione o le proprie abitudini, specie dannose

dal latino tardo impoènitens, composto di in- negativo e dal participio presente di poenitere 'pentirsi'.

Per quanto il punto di partenza di questa parola, nella teologia cattolica, sia un significato piuttosto intenso, oggi il suo colore è volentieri ironico e bonario. L'impenitente sarebbe colui che non si pente delle proprie colpe, e che quindi, per negligenza o per aperto rifiuto, non fa ammenda e permane in quello stato di peccato che lo tiene lontano dalla comunione con Dio. Con la perdita di mordente del concetto di peccato e la secolarizzazione evidente di quello di pentimento, muta...

» Continua a leggere...

Impennare

im-pen-nà-re (io im-pén-no)

SignSollevare la parte anteriore di un veicolo; in equitazione, far alzare il cavallo sulle zampe posteriori; inalberarsi, incollerirsi all'improvviso; munire di penne per rendere capace di volare; munire di penne od alette per rendere più stabile il volo del dardo o dell'aereo

nei primi significati dallo spagnolo: empinar alzare, da pino, cioè drizzare come un albero (dalla stessa immagine "inalberarsi"); negli ultimi, da penna, nel senso di munire di piume.

Nel corpo di questa parola si agitano anime diverse, che ci propongono un ampio ventaglio di significati. Vediamoli. Il più comune si riferisce fondamentalmente ai motorini, alle moto o alle bici che impennano, sollevando la ruota davanti da terra. Fascinosa prova di forza adolescenziale antica come la tauromachia. In generale, però, il movimento è molto evocativo, e viene usato figuratamente e con grande efficacia per indicare innalzamenti improvvisi - dalla nave sul capo dell'onda ai...

» Continua a leggere...

Impermanenza

im-per-ma-nèn-za

SignTransitorietà di un fenomeno, il suo essere passeggero

composto da in- negativo e permanenza, derivato di permanere, uguale in latino, che a sua volta è composto da per- intensivo e manere restare.

Si tratta di un concetto filosofico cardinale, che troviamo soprattutto legato alle filosofie orientali, in particolare al buddismo - anche se non mancano addentellati nella filosofia occidentale, specie precristiana. Ed è bello avere una parola che lo significa con tanta precisione. L'impermanenza altro non è che la transitorierà dei fenomeni: tutto è passeggero, tutto muta, niente è eterno. La permanenza è un'illusione, e l'accettazione di questa verità - o meglio, la sua concreta e...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato