Logo Una parola al giorno

Sfoglia per iniziale: I - pagina 7

Imponderabile

im-pon-de-rà-bi-le

SignChe non ha peso, che ha un peso così minuto da non poter essere misurato; che non può essere afferrato, determinato, previsto

composto da un in- negativo e ponderabile, che probabilmente passato dal francese ponderable viene dal latino tardo ponderàbilis, derivato di ponderare 'pesare', da pondus 'peso'.

Si tratta di una parola più tarda di quanto ci si aspetterebbe: non è attestata prima della metà dell'Ottocento, e trova i suoi primi impieghi in fisica. Difatti emerge descrivendo qualcosa che ha un peso talmente minuto da non poter essere misurato - che letteralmente non può essere pesato. Solo dagli anni Trenta si attesta col significato che oggi è più consueto: ciò che non può essere afferrato razionalmente, e quindi ciò che non può essere previsto o determinato. Se suona rétro dire che...

» Continua a leggere...

Importante

im-por-tàn-te

SignDeterminante; autorevole

dal latino: importare portare dentro (si può facilmente intendere che import/export derivano ugualmente da qui).

Parola comunissima, che però è impossibile intendere realmente prescindendo dall'etimologia. La persona influente, nota, potente può non essere importante: l'importanza non è frutto di caso o fortuna, ma di una studiosissima coltivazione di sé, di una consapevolezza alta nel rapporto fra il sé e l'esterno. Ciò che l'etimo ci svela è che bisogna portare qualcosa dentro, per essere importanti - averlo dentro o portarlo da fuori: dimensione molto più intima rispetto alle importanti ribalte...

» Continua a leggere...

Imprecare

im-pre-cà-re (io im-prè-co)

SignInveire, lanciare maledizioni, insulti; augurare il male a qualcuno

voce dotta, recuperata dal latino imprecari nel senso di 'pregare contro', derivato di precari ' pregare', col prefisso in-.

Non ci si aspetterebbe che un atto così incandescente e brusco come quello di imprecare possa nascere da un'immagine alta e seria. Ebbene, l'imprecari latino ci sa stupire. Infatti aveva dei significati ambivalenti: era un pregare tanto per il bene quanto per il male - ed è il versante del maledire ad essere rimasto nel nostro 'imprecare', che originariamente, e ancora nel primo italiano, ha giusto il senso di augurare il male a qualcuno (ti impreco che ti si rompano i lacci delle scarpe...

» Continua a leggere...

Imprevisto

im-pre-vì-sto

SignNon previsto, inatteso; improvviso; evento non prevedibile

composto di in- negativo e previsto, participio passato di prevedere, che è dal latino praevidere, composto di prae- 'prima, avanti' e videre 'vedere'.

La storia di questa semplice parola nasconde una circostanza sorprendente: è attestata in italiano solo nella seconda metà del XIX secolo (fino ad allora si diceva piuttosto 'impreveduto'). Vive sia some aggettivo, sia come sostantivo. Nel primo caso descrive ovviamente il carattere di qualcosa che non è stato previsto, e che quindi giunge inatteso. Tale carattere si attaglia sia a quelle occorrenze che con la dovuta diligenza potevano essere normalmente previste sia a quelle eccezionali -...

» Continua a leggere...

Imprimatur

im-pri-mà-tur

SignAutorizzazione; approvazione

voce latina, terza persona singolare del congiuntivo presente passivo del verbo imprìmere, che modernamente ha anche acquisito il significato di 'stampare': quindi 'che si stampi'.

L'imprimatur, per lunghi secoli, è stato la formula con cui la censura ecclesiastica autorizzava la stampa di un testo. Non trovando niente da eccepire in ciò che era sottoposto al loro vaglio, il vescovo o il suo vicario generale sancivano l'imprimatur, determinando che niente ostava a che il testo fosse stampato (nihil obstat quominus imprimatur). In caso contrario, non avrebbe visto mai il torchio. Capita ancora, alle volte, sfogliando libri antichi, di vederlo scritto, all'inizio o alla...

» Continua a leggere...

Imprinting

imprìntin

SignParticolare forma di apprendimento precoce, che avviene in un periodo ben definito della vita del giovane individuo, di norma rivolta alle caratteristiche dei genitori e che si riflette su vari aspetti del comportamento adulto

voce inglese, propriamente 'impressione, stampa', derivato di (to) imprint ‘stampare, imprimere’.

Avete presente quel momento in cui la gabbianella di Luis Sepúlveda rompe l’uovo e, vedendo il gatto nero Zorba, esclama subito con gioia la parola “Mamma”? Ecco, questo è un classico caso, anche se un po’ semplificato ed estremizzato, di imprinting, per il quale alcune specie animali sono istintivamente portate a riconoscere come genitori e quindi come modelli da seguire il primissimo essere animato con cui hanno un contatto al momento della nascita. Siamo in ambito scientifico, uno dei...

» Continua a leggere...

Improntare

im-pron-tà-re (io im-prón-to)

SignDare un'impronta

variante dell'antico imprentare, che deriva dal francese empreindre imprimere, a sua volta dal latino imprimere.

L'immagine del premere lasciando un'impronta è molto fertile di significati figurati: nel verbo 'improntare' questa immagine è declinata nel significato di caratterizzare, basare. Ad esempio, si può parlare di un rapporto improntato sul rispetto, del libro improntato alla denuncia sociale, del gioco improntato all'apprendimento: l'impronta, con una splendida metafora, diventa una cifra, un nocciolo, una chiave di lettura. Però, va detto, sono molte le parole - estremamente specifiche od...

» Continua a leggere...

Improntitudine

im-pron-ti-tù-di-ne

SignMancanza di discrezione, di rispetto; sfacciataggine

derivato di impronto, che viene fatto risalire alla locuzione latina in promptu a disposizione, a portata di mano.

Una parola ricercata ma che non è strano incontrare, il cui significato desta spesso dubbi. L'improntitudine è la sfacciataggine, la mancanza di discrezione o di rispetto, specie manifestata in richieste insistenti. L'etimologia ci descrive questo concetto tramite l'immagine dell'avere qualcosa sottomano, a disposizione: lo si tratta come proprio, senza riguardo, con la disinvoltura e l'indiscrezione del padrone. Così si può parlare dell'improntitudine dello studente che parla al professore...

» Continua a leggere...

Improperio

im-pro-pè-rio

SignIngiuria, biasimo

dal latino tardo improperium, da improperare rimproverare, biasimare, di etimo incerto. Forse da probrum infamia, ingiuria.

L'improperio non è qualcosa di improprio - o almeno, non intrinsecamente. Nell'uso moderno questa parola indica l'ingiuria, l'insulto. È necessaria una nota grafica preliminare: al plurale, solitamente, si trova scritto improperî. L'accento circonflesso, in italiano, viene infatti usato per contrarre una doppia 'i', quando su nessuna delle due cade l'accento tonico. In altri termini, è molto corretto scrivere 'tu odî' (indicativo presente del verbo odiare), mentre nel caso di 'io udii'...

» Continua a leggere...

Improvvido

im-pròv-vi-do

SignImprevidente, incauto; inconsapevole delle conseguenze

dal latino improvidus, composto da in non e providus previdente.

Pur appartenendo a un registro linguistico sostenuto, questa parola è forte di un'immagine etimologica semplice, che una volta colta può dissipare le incertezze sul suo uso: il non previdente, ciò o chi pecca di lungimiranza, di consapevolezza sul futuro. Infatti improvvido significa incauto, sconsiderato, che non prevede le conseguenze: può essere improvvida una scelta avventata, improvvido un consiglio dato con leggerezza, improvvido il dirigente d'azienda che prende decisioni con la...

» Continua a leggere...

acquisti consigliati

Ricevi la parola del giornoRicevi la parola del giorno

Registrati al sito per ricevere la parola del giorno via email, lasciare commenti sul sito e ricordarti le tue parole preferite!

Inizia subito!
  • Ricevi la parola del giorno direttamente nella tua casella di posta elettronica
  • Crea il tuo elenco di parole preferite e ritrovale rapidamente quando vuoi
  • Commenta le parole pubblicate
  • Proponi nuove parole
  • Migliora le parole pubblicate
  • Suggerisci esempi d'utilizzo
  • Partecipa alle discussioni con gli altri iscritti al sito

E' il momento giusto per iscriverti, bastano 60 secondi!

Privacy Policy

» Sono già registrato